Nasce il brand “MyGargano”, i comuni insieme per promuovere il territorio. “È l’alba di una nuova stagione”

La stagione turistica 2020, nonostante tutte le enormi difficoltà ed incognite causate dal Covid-19, è pronta ad entrare nel vivo. All’alba di questa nuova stagione sorge “My Gargano – colora le tue emozioni”, il progetto di marketing territoriale che – per la prima volta – vede in rete tra loro 13 Comuni dell’area, per una strategia integrata di valorizzazione e promozione univoca, pronta a dare ampio respiro alle molteplici opportunità dell’offerta turistica locale.

Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Isole Tremiti, Mattinata, Monte Sant’Angelo, Peschici, Rignano Garganico, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Sannicandro Garganico, Vico del Gargano, Vieste. Una sola voce, forte ed autorevole, per veicolare – con un linguaggio universale e strumenti comunicativi trasversali ed innovativi – un racconto quotidiano nuovo ed emozionale di una terra accogliente e coinvolgente che appartiene tanto alle comunità locali quanto ai milioni di turisti in arrivo ogni anno.

La presentazione di “My Gargano”, curato nella sua progettazione e realizzazione dall’Agenzia SCoPro, si è svolta questa mattina nel corso di una conferenza stampa digital, moderata da Matteo Palumbo (giornalista), alla quale sono intervenuti Rossella Ciuffreda (Referente dell’Agenzia Scopro) e Caterina Foresta (Vicesindaco e Assessore al Turismo del Comune di Carpino, in rappresentanza istituzionale di tutti i Comuni aderenti al progetto).

“È una giornata storica per il Gargano che diventa finalmente una vera comunità. Tredici Comuni, sindaci ed assessori, che hanno programmato e progettato con attenzione il futuro di questa terra – ha dichiarato Caterina Foresta, in rappresentanza del Coordinamento turistico dei Comuni-. Il progetto è l’inizio di un nuovo racconto. L’inizio di una nuova storia che ci vede tutti uniti per valorizzare e promuovere un territorio pioniere del turismo in Puglia. È stato un percorso condiviso di maturazione, non solo di obiettivi ma anche di opportunità. È davvero un’occasione importante di (ri)partenza, forse irripetibile in un momento globale di cambiamenti. Il Gargano non è più solo un insieme di Comuni; ‘My Gargano’, infatti, parte con l’inizio della stagione estiva 2020, ma proseguirà ben oltre questo stretto limite temporale, poiché vede la sua mission principale nell’internazionalizzazione, nella destagionalizzazione, nell’aggregazione di servizi per un’offerta turistica sempre più completa di attività ed esperienze”.

“Il Gargano rappresenta una destinazione per tanti viaggi emozionanti, autentici, personalizzabili. – ha spiegato Rossella Ciuffreda dell’Agenzia Scopro -. Tutta la strategia di comunicazione e marketing si fonda su un’analisi analitica, dati e statistiche alla mano, delle tendenze nazionali del turismo post Covid-19, per poi giungere ad un focus più dettagliato sulle motivazioni di viaggio per le quali i turisti scelgono la Puglia ed il Gargano. Inoltre, è stata messa a punto una mappatura  dettagliata delle risorse e delle peculiarità dei territori, per giungere ad una fotografia istantanea dei flussi turistici che ci ha permesso di segmentare e mettere in target cinque prodotti turistici. My Gargano, quindi – evidenzia Ciuffreda -, non è semplicemente il territorio geografico, è la fusione di tante diverse esperienze, di tante emozioni da vivere tutto l’anno, dove la natura, la cultura e la spiritualità, le experience, l’enogastronomia, il mare si fondono e si susseguono per offrire un Gargano inedito, colorato. My Gargano è il Gargano di tutti. Di chi lo vive ogni giorno e con orgoglio racconta la sua infinita bellezza. È il Gargano di chi lo sceglie e ne fa un luogo del cuore. È un Gargano nuovo. È un nuovo racconto che faremo quotidianamente attraverso il web, i social, i media”.

Collegati via web dai luoghi simbolo del Gargano, sindaci ed assessori, per il via alla nuova narrazione di un territorio dalla sorprendente bellezza e dai variegati segmenti turistici che lo affermano tra i principali attrattori della Puglia, la regione più cercata e desiderata d’Italia. Sono intervenuti: Mariella Scanzano (assessore Cagnano Varano) Caterina Foresta (assessore Comune di Carpino), Anna Rita Russo (assessore Comune di Ischitella), Antonio Fentini (sindaco Comune Isole Tremiti), Antonietta Lonigro e Antonio Scozzese (commissari Comune di Mattinata), Rosa Palomba (assessore Comune di Monte Sant’Angelo), Nicola Martella (consigliere comunale di Peschici), Luigi di Fiore (sindaco Comune di Rignano Garganico), Michele Crisetti (sindaco Comune di San Giovanni Rotondo), Michele Merla (sindaco di San Marco in Lamis), Costantina di Leo (assessore Comune di San Nicandro Garganico), Porzia Pinto (assessore Comune di Vico del Gargano), Rossella Falcone (assessore Comune di Vieste).

“MY GARGANO”, IL LOGO – Il logo, come il video spot e la campagna di comunicazione – è stato ideato e realizzato dall’Agenzia Scopro, che spiega: “C’è una certa somiglianza visiva tra la forma del Gargano e il simbolo dello Yin e dello Yang. Dalla contrapposizione di due opposti, yin e yang, si genera e si rinnovano continuamente la vita e l’energia nel mondo.Un simbolo di benessere e pace interiore. Un simbolo dinamico in cui due campiture si compenetrano visivamente generando una torsione visiva che crea un effetto di movimento in cui il mare penetra nella terra con i laghi e la terra entra nel mare con le Isole Tremiti. Cinque colori campionati da cinque simboli del Gargano creano il catalogo dei colori del Gargano: l’azzurro Tremiti, il rosa orchidea, il verde delle faggete della Foresta Umbra, l’oro dell’olio, il rosa antico degli abiti della tradizione che nel pittogramma si fondono creando un simbolo vibrante. I colori si mescolano tra loro creando l’azzurro-verde che ricorda i fondali del mare. La forma del Gargano è idealmente creata dagli stessi colori dai quali otteniamo il colore della luce, il bianco. Il mio Gargano quindi non è semplicemente il territorio geografico o una cartografia. È la fusione di tante esperienze, dei cinque prodotti turistici. Questo pittogramma descrive questo Gargano che non è uno spazio geografico ma un luogo della mente e del cuore. È un nuovo Gargano, un Gargano che non avevo visto prima, un Gargano da scoprire. Questo Gargano è My Gargano”.



In questo articolo:


Change privacy settings