Nunzia uccisa con una pistola a salve modificata, la provincia di Foggia piange l’ennesima vittima di femminicidio

L’ex marito Di Meo si sarebbe presentato a casa della donna intorno alle 14. Avrebbe fatto fuoco appena arrivato, esplodendo colpi di pistola che non hanno lasciato scampo alla Compierchio

Uccisa a colpi di arma da fuoco in un pianterreno di via Fabriano, periferia di Cerignola. Questa la triste fine di Nunzia Compierchio, 41 anni, ennesima vittima di femminicidio in provincia di Foggia. La polizia ha fermato l’ex marito, il 44enne Angelo Di Meo, disoccupato, inizialmente fuggito ma poi fermato dagli agenti. L’uomo è stato sottoposto ad interrogatorio in commissariato, alla presenza del pm.

(in alto a destra, foto Maizzi)




Change privacy settings