Da San Giovanni Rotondo parte la corsa di Conca alla Regione, presentato il simbolo con Antonio Tasso

L’emozionante varo di una nuova nave che molla gli ormeggi per salpare verso il mare aperto. Questa similitudine ben simboleggia la cronaca politica della giornata di venerdì 26 giugno, nella quale Mario Conca ha presentato ufficialmente, insieme all’On. Antonio Tasso, il simbolo con cui correrà per la carica di presidente della Puglia.

Dopo la conferenza stampa tenutasi in mattinata a Bari presso la nuova sede della Regione Puglia, è stata San Giovanni Rotondo la prima tappa ufficiale del cammino che porterà alle votazioni autunnali per il rinnovo del consesso regionale. Al fianco di Mario Conca, Antonio Tasso. Il deputato di Manfredonia ha fin da subito sostenuto la candidatura indipendente del consigliere regionale uscente, dopo i noti fatti di febbraio e la sua espulsione dal Movimento 5 Stelle. Era, infatti, il 29 febbraio scorso quando Mario Conca spiegava a tutta l’opinione pubblica pugliese, davanti ad una platea di più di 400 persone (non si era ancora in emergenza sanitaria), le annose vicende e le ‘manovre di palazzo’ avvenute per impedirgli una candidatura ‘stellata’ che poteva risultare molto scomoda all’interno del Movimento stesso.

Ospiti del “Pasteus” di via Santa Croce a San Giovanni Rotondo, il candidato ed il deputato hanno illustrato ai presenti (poche decine di persone, scelta dettata dalle doverose norme sul distanziamento sociale per l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus) e ai numerosi utenti internet (collegati via Facebook grazie ad una diretta streaming) le linee guida della sfida che vede Mario Conca in prima linea come candidato alla Presidenza della Regione Puglia.

Una carrellata di temi ed argomenti di interesse pubblico e comune; la lunga lista di azioni e iniziative condotte dal consigliere (ora nel GruppoMisto) negli ultimi 5 anni come rappresentante istituzionale regionale al fianco di tutti i pugliesi; l’elenco degli ambiti di competenza regionale su cui si dovrà intervenire con maggiore urgenza già all’indomani delle votazioni, per poter arginare decenni di malgoverno e malagestio della cosa pubblica che i pugliesi hanno dovuto sopportare, soprattutto nell’ultimo quinquennio. Con un unico punto di riferimento e un unico faro a guidare l’azione: quella Politica di Servizio che finora da molti è stata solo decantata ma mai attuata e che invece è da sempre patrimonio ideologico di ‘politici atipici’ come Conca e Tasso.

Nel primo pomeriggio entrambi hanno fatto tappa a “Gli Angeli di Padre Pio” il centro di riabilitazione della Fondazione Padre Pio Onlus dei Frati Minori.
Colto l’invito della responsabile sanitaria della struttura, la dottoressa Serena Filoni che ha illustrato le attività, i punti di forza e le criticità del centro riabilitativo e di fisioterapia all’avanguardia nel settore. Emozionante l’incontro con alcuni pazienti in cura presso la struttura, che hanno offerto alla delegazione in visita, il punto di vista e le problematiche di chi usufruisce di servizi sanitari di alta specializzazione, sia per post-acuzie che per percorsi di riabilitazione e recupero da situazioni mediche di bassa, media e alta gravità.

Cittadini Pugliesi:

Era impossibile essere più sintetici ed efficaci. Un titolo estremamente inclusivo, in cui ciascuno potrà riconoscersi e che, al tempo stesso, racchiude tutto l’universo politico di Mario Conca, ciò che lui ha sempre attuato negli ultimi 5 anni, come consigliere regionale di tutta la Puglia.

Portare avanti istanze, soddisfare bisogni, rappresentare ed essere il punto di riferimento per tutti i cittadini pugliesi che dal neo candidato hanno sempre ricevuto ascolto, comprensione e disponibilità: la quintessenza della politica di servizio che guida l’azione.
Un evocativo albero della vita al centro del logo prende la scena insieme alle silhouettes di tante categorie di cittadini (dai più piccoli ai più grandi): il segno grafico di un simbolo che diventa subito familiare e facilmente individuabile.





Change privacy settings