Accesso privilegiato ma illegale alla spiaggia, pizzicato un furbetto a Mattinata. Controlli e sanzioni lungo il litorale

Con l’inizio della stagione estiva il numero delle segnalazioni alla sala operativa della Guardia Costiera di Manfredonia sono aumentate considerevolmente. L’impegno dei militari è stato indirizzato su più fronti, dalla polizia demaniale finalizzata alla tutela della libera fruizione degli spazi di litorale da parte di tutti i cittadini, alle attività a tutela della risorsa ittica ma anche alla sicurezza della navigazione.

In particolare, in due distinte operazioni, il personale della Guardia Costiera ha proceduto al sequestro di circa 600 ricci “paracentrotus lividus” ai danni di pescatori sportivi che, incuranti della normativa che vieta la raccolta degli echinodermi nei mesi tra maggio e giugno, continuano a violare le norme. Le sanzioni elevate ai due pescatori sportivi raggiungono la somma di 4.000 euro.

Sempre i militari appartenenti all’aliquota del nucleo operativo di polizia ambientale (N.o.p.a) della direzione marittima di Bari, a seguito di segnalazione telefonica, hanno effettuato un sopralluogo in località “Funny” a Mattinata dove è stata accertata la presenza di alcuni operai intenti alla realizzazione di un muretto a secco a perimetrazione di una proprietà privata unitamente ad una scalinata in massi calcarei.

Dall’attenta verifica dei titoli autorizzativi rilasciati è emerso come unicamente la realizzazione del muretto fosse stata autorizzata mentre la scalinata, verosimilmente costruita per ricavare un accesso privilegiato dalla proprietà privata al mare, era priva di qualsivoglia autorizzazione, il tutto all’interno di un’area di particolare interesse sottoposto a vincoli paesaggistici e ambientali.

Al termine degli accertamenti i militari della Capitaneria di porto di Manfredonia hanno proceduto, su conforme avviso della Procura della Repubblica di Foggia, al sequestro della scala di accesso alla sottostante spiaggia ed al deferimento del proprietario per violazioni in materia demaniale marittima e paesaggistica.

Nella baia di Mattinata i militari della MV CP 717, nel corso di un pattugliamento sul tratto di litorale di competenza hanno sanzionato due diportisti che a bordo di acquascooter navigavano in fascia oraria non consentita.

“A tal proposito – fa sapere la Capitaneria – si rammenta che gli acquascooter, ai sensi dell’ordinanza 008/2017 consultabile e scaricabile sul sito internet della Guardia Costiera di Manfredonia, sono soggetti ad una regolamentazione più restrittiva relativamente alla distanza dalla costa e alle fasce orarie di utilizzo. L’attenzione rimane alta anche per quanto concerne gli accessi non autorizzati al porto di Manfredonia in attesa della modifica alla viabilità che interesserà la circolazione in ambito portuale. In particolare sono ben diciannove le sanzioni amministrative elevate per un totale di circa 2.000 euro di sanzioni irrogate nel weekend appena trascorso. Solo per le emergenze in mare è attivo h24 il numero d’emergenza 1530.