La Lega in piazza a Foggia, mister Papeete guida la manifestazione contro il governo. “E alle Regionali andremo uniti”

500 persone a manifestare davanti alla villa comunale. L’europarlamentare: “Non c’è nessun ticket per la Puglia”

Un 2 giugno diverso per la Lega di Capitanata che come tutto il centrodestra italiano ha occupato le piazze contro le politiche del Governo.
Circa 500 persone distanziate e con tricolori in mano e come mascherine hanno accolto l’invito dell’europarlamentare Massimo Casanova, l’imprenditore del Papeete. Con lui tutto il gruppo dirigente ortodosso e anche qualche ribelle come il commerciante Massimo Russo.

Schierati in prima fila il neo viceegretario regionale Raimondo Ursitti, i candidati alle prossime regionali Joseph Splendido e Luigi Miranda, i due assessori foggiani Vacca e La Torre, i due consiglieri De Martino e Soragnese, il sipontino Cristiano Romani con la commissaria di Manfredonia Maria Morelli, l’influencer della destra Alessandro Liggieri. Assente giustificato Marco Trombetta. Nel gazebo come sempre a fare tessere Silvano Contini.
Ad arringare col megafono il segretario provinciale Daniele Cusmai che ha chiamato tutte le categorie escluse dal Governo. Gli operatori dello spettacolo, i parenti dei diversabili, gli operatori turistici. “Il Governo ha pensato ai monopattini, vale più un monopattino di un bambino diversamente abile”.

Duro l’intervento della giovane segretaria di Ischitella, Lauriola. Con i 500 anche il presidente del Parco del Gargano Pasquale Pazienza.
“Questo governo sta sbagliando tutto, gli imprenditori sono stremati”, ha detto a l’Immediato Casanova.
Sul tema delle regionali dopo la presentazione degli 11 punti per la Puglia e la candidatura di Nuccio Altieri è netto. “Non andremo separati”, assicura sgombrando il campo ai rumors.
Siete pronti per un ticket? “Non esiste nessun ticket”, rileva.
Si va avanti, il tavolo nazionale deciderà.





Change privacy settings