La Questura di Foggia ricorda Guastamacchia, agente della scorta di Conte. “Spesso da noi in Capitanata. Aveva straordinaria umanità”

Tutti gli uomini e le donne della Questura e della Polizia di Stato di Foggia piangono commossi per la prematura scomparsa del Sostituto Commissario Giorgio Guastamacchia, deceduto a Roma all’età di 51 anni per coronavirus, e si uniscono al dolore della vedova e dei due figli.

“Da anni il poliziotto faceva parte del servizio di scorta del Presidente del Consiglio dei Ministri e spesso è stato a Foggia e in Capitanata per motivi di lavoro – scrivono dalla Questura -. I colleghi lo ricordano per la sua grande amabilità, la dedizione al lavoro, la straordinaria umanità e professionalità. Con una preghiera lo ringraziamo per tutto quello che ci ha donato e insegnato”.





Change privacy settings