“Niente mascherine e camici”, affondo di Salvini sull’ospedale di Foggia: “Mancano dispositivi di protezione per i medici”

“Niente mascherine e camici. Anche dall’ospedale di Foggia mi segnalano la mancanza di dispositivi di protezione per i medici, per gli infermieri e per il resto degli operatori sanitari. Molti di loro utilizzano mascherine chirurgiche, anche per più di dieci ore, che però sono inadatte a garantire l’alta protezione dal virus: chiedo al governo di intervenire tempestivamente, perché da Nord a Sud è un problema che si presenta quotidianamente. E chiedo al governatore Michele Emiliano di esprimere concreta solidarietà a chi combatte in prima linea”.
Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, che anche nelle ultime ore ha parlato con molti amministratori locali pugliesi, imprenditori e professionisti che lavorano nelle strutture sanitarie.
Matteo Salvini è sempre in contatto con i sindaci, da Nord a Sud, e negli ultimi giorni ha moltiplicato messaggi e telefonate per conoscere i problemi e le richieste del territorio nelle settimane di emergenza da Covid19. Tra gli altri, in Puglia il leader leghista si è confrontato anche nelle ultime ore con Massimo Martella (Nociglia, Lecce), Giuseppe Pippi Mellone (Nardò, Lecce), Francesco Lupoli (Pulsano, Taranto).




Change privacy settings