Paura a Bovino, sindaco chiede collaborazione a cittadini. Grido d’aiuto dalla Rsa ‘Il Girasole’: “Ci servono infermieri”

Nunno: “Una cosa importante da dire è che il contagio che ha colpito la nostra struttura non si spiega così tanto agevolmente”

🔴AGGIORNAMENTO COVID-19🔴‼️COMUNICATO DEL SINDACO‼️

Posted by Città di Bovino Eventi e Comunicazioni on Tuesday, March 31, 2020

“Bovino vive momenti di paura per via della diffusione del contagio del Coronavirus, dopo che il virus è stato riscontrato nella Rsa ‘Il Girasole’, fiore all’occhiello della nostra sanità locale. Tutte le persone risultate positive, 29 pazienti e 5 operatori, sono sotto controllo dell’Asl di Foggia”. Lo dichiara il sindaco di Bovino, Vincenzo Nunno.

“In queste ore circola molto allarmismo e confusione sui social network e nei sistemi di messaggistica – continua -, non ci possiamo permettere atteggiamenti di questo genere. Una cosa importante da dire è che il contagio che ha colpito la nostra struttura non si spiega così tanto agevolmente, infatti l’intera Rsa era già in auto quarantena sin dai primissimi giorni di marzo. Ad ogni modo, al momento gli operatori che sono risultati positivi sono stati messi in isolamento domiciliare: controlleremo che non vadano in giro”.

“Stiamo cercando di debellare il contagio in tutti i modi possibili – ha proseguito -, affinché nei prossimi 15 giorni, se tutti assolveremo ai nostri obblighi, si potranno trarre le somme e capire se siamo riusciti a contenere il contagio. Il ruolo dei cittadini in questa fase è decisivo, non bisogna uscire di casa”.

Intanto dalla struttura è partito un appello, al quale si è unita l’amministrazione comunale, volto alla ricerca urgente di personale sanitario, in particolare infermieri.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings