Emiliano denuncia: “Mascherine e reagenti finiscono tutti al Nord. I Dpi strategici come le portaerei, vanno protetti anche i medici del Sud”

Il governatore torna a battere sull’annosa questione della scarsa presenza di dispositivi di protezione individuale nella nostra regione

“Non abbiamo i reagenti per fare i tamponi. Vanno tutti al Nord. Capisco che il Sud potrebbe cavarsela, non so come, ma se il virus dovesse espandersi ancora di più anche nel Meridione, come faremo? I Dpi sono come le portaerei, un elemento strategico per la nazione. Bisogna proteggere medici di famiglia, personale del 118. E ricordiamoci il pericolo nei reparti ordinari. Ci sono persone che potrebbero arrivare in ospedale con un infarto e poi scoprire di essere anche contagiate”.

Stamattina su La7, il governatore della Puglia, Michele Emiliano è tornato sull’annosa questione della scarsa presenza di dispositivi di protezione individuale nella nostra regione. “Sto provando a contrattare con i paesi esteri”. Proprio ieri sono arrivate a Bari Palese 200mila mascherine donate dalla Cina ma evidentemente non bastano a contenere l’emergenza sanitaria.



In questo articolo:


Change privacy settings