“Spetta agli eletti e ai partiti fare sintesi e non a strepiti solitari”. Bruno Longo condivide la necessità di un chiarimento della maggioranza Landella

“Se qualcuno parla già di Governo di salute pubblica, quando non è ancora passato un anno dall’inizio della consiliatura, significa, che vi sono forti incomprensioni e squilibri da sanare”

Il consigliere comunale Bruno Longo, un tempo leader dell’aula e della maggioranza, aggiusta un po’ il tiro dopo le dichiarazioni a l’Immediato, ma tiene il punto e rilancia il dialogo richiesto anche dagli altri colleghi. In una nota stampa annuncia la sua condivisione di intenti. “Le dichiarazioni rese dai segretari cittadini dei partiti e dal consigliere Fiore, circa la necessità di un chiarimento e di una ampia discussione sull’azione amministrativa da svolgere con ampia condivisione, mi trovano perfettamente allineato e convinto. Evidentemente è netta la sensazione, che attualmente vi sono discrasie che vanno affrontate e risolte”, osserva.

E aggiunge: “D’altra parte se qualcuno parla già di Governo di salute pubblica, quando non è ancora passato un anno dall’inizio della consiliatura, significa, che vi sono forti incomprensioni e squilibri da sanare. Non credo nelle congiure, ma a comportamenti coerenti ed alla luce del sole, che nell’interesse della legalità e del buon governo, producano anche scontri e tensioni, ma anche soluzioni. Spetta agli eletti ed ai partiti fare sintesi e non a strepiti solitari, che non portano da nessuna parte. Però attenzione: siamo stati eletti dal popolo per governare nell’interesse del bene comune e non per le rendite di posizione di qualcuno. Sono fiducioso nel fatto che gli attori della vicenda,abbiano abbastanza capacità ed acume politico in grado di risolvere le questioni del metodo amministrativo e di fare sintesi positiva”.

Anche il capogruppo dei Fratelli d’Italia Gino Fusco condivide il pensiero di Bruno Longo e dichiara a l’Immediato: “Bisogna ricercare un metodo per condividere con gli eletti la gestione amministrativa. Il metodo non può essere solo quello del comando”.



In questo articolo:


Change privacy settings