Ventilatori polmonari e nuovi arredi, il “Lastaria” di Lucera si attrezza per l’emergenza. “Non ci resta che pedalare”

Il Lastaria si sta adeguando ai parametri del Policlinico di Foggia che si sta swicciando sul Covid-19. Il dg Vitangelo Dattoli sta sottraendo dei posti alla degenze non Covid agli Ospedali Riuniti, per questo nel frattempo si sta attrezzando al meglio il Lastaria di Lucera, un ospedale di territorio, che non sarà mai la depandance di Lucera, ma che conta di diventare il punto di riferimento di un’area larga, per la dedizione e le competenze del suo direttore Massimo Zanasi, che è Internista, Geriatra e Medico Legale.

Erano arrivati già 10 ventilatori polmonari al Lastaria, adesso è arrivato l’arredo per 25 pazienti, in modo da avere un ospedale completamente pulito dal Covid-19. Un ospedale preventivo.
“Il Lastaria non è una ruota di scorta dei Riuniti, ci vuole tempo affinché diventi una eccellenza. Deve decollare – rimarca il dottor Zanasi a l’Immediato. Oggi sabato ci hanno consegnato 25 letti elettrici, che consentono all’infermiere di prestare la sua attività o al paziente di essere mobilizzato in tutti i modi, più che sicuro. Servono ad una migliore gestione del paziente costretto a letto. Può essere utilizzata la doppia mobilizzazione ai piedi e alla testa, consente una maggiore igiene, da standard da Policlinico. Me li hanno consegnati. 20 posti di Lungodegenza. 10 posti di Geriatria oltre ai 20 di Medicina. Più i 10 posti di Oncologia, che attrezzeremo e che esisterà solo da noi. Si tratta di posti per media gravità, per scompenso cardiaco. Per il Covid-19 ci vogliono reparti specifici, i ventilatori servono per ogni patologia. È un ospedale di supporto ai cittadini di Lucera, ma anche di Foggia per patologie di media intensità”.

Quale paziente oggi con uno scompenso cardiaco andrebbe a Foggia col rischio di beccarsi il Covid? Ecco perché il Lastaria è essenziale. “Il nostro direttore generale vuole arrivare a 100 posti letto, saremo un presidio di primo grosso intervento”.





Change privacy settings