Oltre 7 milioni per 21 Comuni del Foggiano. “Dal patto per la Puglia nuove risorse per la messa in sicurezza della viabilità”

“Il mosaico degli interventi in Capitanata si arricchisce di un ulteriore tassello, che incrementa le risorse impegnate per il dissesto idrogeologico, il rischio sismico, le infrastrutture e altro ancora”

Questo pomeriggio presso gli uffici della Regione Puglia di Foggia, l’assessore regionale ai Lavori Pubblici Giovanni Giannini ha sottoscritto con 21 sindaci della Provincia di Foggia il disciplinare regolante i rapporti tra Regione e Comuni beneficiari delle risorse relative al Piano straordinario per la messa in sicurezza delle strade dei Comuni con una popolazione inferiore ai 2.000 abitanti. Presente anche l’assessore regionale al Bilancio, Raffaele Piemontese. 

Con l’Addendum al Patto per la Puglia sono state stanziate risorse ministeriali per complessivi 10 milioni di euro (a valere sui fondi FSC 2014-2020 PATTO per il SUD) in favore di 34 Comuni pugliesi, con popolazione inferiore a 2000 abitanti, per la messa in sicurezza della viabilità comunale.

Oggi a sottoscrivere i primi disciplinari, per la realizzazione dei progetti da finanziare per  complessivi euro 7.489.000,00, sono stati 21 comuni del Foggiano. A breve verranno sottoscritti i disciplinari con i restanti 13 Comuni beneficiari (11 della provincia di Lecce, uno di Bari e uno di Taranto) per complessivi euro 2.511.000.

Oggi dunque sono stati sottoscritti 21 disciplinari con i seguenti comuni della provincia di Foggia: Alberona, Anzano di Puglia, Carlantino, Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia, Castelluccio Valmaggiore, Castelnuovo della Daunia, Celenza Valfortore, Celle di San Vito, Chieuti, Faeto, Isole Tremiti, Monteleone di Puglia, Motta Montecorvino, Panni, Rocchetta Sant’Antonio, Roseto Valfortore, San Marco la Catola, Sant’Agata di Puglia, Volturara Appula, Volturino.

“Il mosaico degli interventi in Capitanata – ha detto l’assessore Giovanni Giannini – si arricchisce di un ulteriore tassello, che incrementa le risorse impegnate per il dissesto idrogeologico, il rischio sismico, le infrastrutture, la mobilità sostenibile, il Sistema Idrico Integrato, le opere pubbliche e l’edilizia scolastica, realizzando un totale di circa 1,282 miliardi di euro. Questo dato, a consuntivo, rappresenta l’impegno della Giunta Emiliano per l’emancipazione e la promozione dello sviluppo nella provincia di Foggia, territorio sul quale si sono concentrate ulteriori risorse riferite agli altri settori di competenza del Governo regionale”.

Nel corso dell’attuale legislatura infatti i Comuni della Provincia di Foggia sono stati destinatari di circa 1,3 miliardi di risorse per le seguenti finalità:

335,5 milioni di euro contro il dissesto idrogeologico;

6,7 milioni per interventi di ricostruzione post sisma;

221 milioni per interventi di potenziamento e adeguamento dei sistemi idrici, fognari e della depurazione e per opere idrauliche;

9,1 milioni per la ricerca di perdite e il risanamento delle reti idriche;

25 milioni per la fogna bianca e i sistemi di gestione delle acque meteoriche;

47 milioni per la mobilità sostenibile, tra cui realizzazione di velostazioni e piste ciclabili e per il rinnovo del materiale rotabile;

586 milioni per le infrastrutture viarie (strade provinciali e statali), ferroviarie, aeroportuali, portuali e logistiche;

2,2 milioni per la manutenzione straordinaria e la messa in sicurezza di opere pubbliche e beni culturali;

41,3 milioni per l’edilizia scolastica.

“Tutti noi – ha aggiunto l’assessore Raffaele Piemontese – abbiamo esperienza di come si sia deteriorato il patrimonio della viabilità minore di competenza comunale: i sindaci, specie quelli dei Comuni più piccoli, non hanno risorse sufficienti, i fondi europei non finanziano la viabilità e i fondi statali si indirizzano alle grandi infrastrutture. La Regione Puglia invece c’è”.

Per Piemontese “l’impegno di Michele Emiliano a essere sindaco di Puglia si conferma trasformato in un programma che ci ha fatto stare pragmaticamente a fianco dei sindaci pugliesi e, quindi, dei bisogni reali dei cittadini”. “In questo modo – ha concluso l’assessore – si riafferma il completo rovesciamento di uno schema che vedeva la provincia di Foggia marginale: che questo rovesciamento positivo riguardi, ancora una volta, le strade e la messa in sicurezza del territorio ai fini della sua valorizzazione anche turistica, è un ulteriore motivo di soddisfazione”.

LE RISORSE

Si tratta di risorse messe a disposizione dal CIPE con Delibera n. 14/2019 e inseriti nel «Piano straordinario di messa in sicurezza delle strade nei piccoli comuni delle aree interne», atto aggiuntivo del Patto per lo Sviluppo della Regione Puglia, sottoscritto in data 30-12-2019 tra il Ministro per il Sud e la coesione territoriale ed il Presidente della Regione Puglia.



In questo articolo:


Change privacy settings