Migranti al lavoro negli uffici della Procura di Foggia. Al via attività di integrazione e accoglienza

Svolgeranno servizi manuali tipici del profilo dell’ausiliario, quali movimentazioni di carichi ed altre attività dello stesso tipo

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia e le società cooperative sociali Iris e Medtraining, al fine di favorire la realizzazione di percorsi educativi e di integrazione dei migranti attraverso lo svolgimento di attività lavorative in favore della collettività, che promuovano la formazione di una coscienza della partecipazione e diano sostegno alla prevenzione e al superamento delle cause di conflitto sociale, hanno avviato la sperimentazione di una attività di inserimento lavorativo presso l’ufficio della Procura della Repubblica di 4 cittadini stranieri.

Gli stessi, regolarmente presenti sul territorio nazionale ed ospitati presso le strutture gestite dalle società cooperative sociali Iris e Medtraining alle quali è affidata la gestione dei servizi di accoglienza, integrazione e tutela dei migranti nell’ambito del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (S.P.R.A.R.), di vari Comuni della Provincia di Foggia, svolgeranno, dopo adeguata formazione, attività manuali tipiche del profilo dell’ausiliario, quali movimentazioni di carichi ed altre attività dello stesso tipo, offrendo un importante supporto all’Ufficio di Procura da tempo afflitto da carenza di personale in organico.
L’attività di inserimento lavorativo non prevede alcun tipo di onere economico a carico della Procura della Repubblica o del Ministero della Giustizia.



In questo articolo:


Change privacy settings