Guardia di Finanza ‘visita’ ASL e Policlinico di Foggia, acquisiti documenti. Riflettori accessi sulla sanità di Capitanata

Bocche cucite nei comandi di Foggia e Bari della Gdf. Così come negli uffici delle due aziende, dove si respira un clima teso

Militari della Guardia di finanza hanno visitato l’Asl e il policlinico Riuniti di Foggia acquisendo documenti. L’operazione risalirebbe ad almeno due giorni fa. Le fiamme gialle tornano ad accendere i riflettori sulla sanità di Capitanata. Non è passato molto tempo dall’inchiesta che ha travolto i politici di San Marco in Lamis, Angelo e Napoleone Cera, in parte legata alla vicenda del Cup, il centro unico per le prenotazioni, per anni gestito dalla Gpi, società ritenuta dagli inquirenti vicina all’ex parlamentare garganico.

Proprio il servizio tirato in ballo più volte dalla Procura di Foggia ad ottobre scorso, in questi giorni è diventato elemento di forte contrasto sindacale per l’avvio della procedura di internalizzazione con conseguente affidamento alla società in house dell’Asl, Sanitaservice. Le attività degli uffici guidati dal procuratore Ludovico Vaccaro potrebbero puntare ancora su filoni che riguardano la gestione della cosa pubblica, in particolare sulle procedure di affidamento di importanti appalti milionari.

Tra questi potrebbe esserci l’affidamento di alcuni servizi con impegni economici importanti. Ma al momento si tratta solo di ipotesi. Bocche cucite nei comandi di Foggia e Bari della Gdf. Così come negli uffici delle due aziende, dove si respira un clima teso.