Coronavirus, a Foggia un sarto cinese si mette in “quarantena”. “Sono tornato da poco in Italia, chiudo per la tranquillità di tutti”

Il messaggio di Tong ai clienti del suo “Pronto Moda Lisa Sartoria”, dopo essere rientrato dalla Cina lo scorso 6 febbraio

Tong, sarto cinese che lavora a Foggia, da poco rientrato dalla Cina, ha scelto di chiudere l’attività commerciale per 15 giorni, “per maggiore tranquillità di tutti”. A riportarlo è l’agenzia Ansa. Con un cartello sulla saracinesca del suo negozio ha avvisato la clientela: “Sono rientrato in Italia giorno 6/02/2020 ma per maggiore tranquillità di tutti riapro giorno 21/02/2020. (Dopo 15 giorni di permanenza in casa) A presto!”.

Questo il messaggio comparso sulla porta di ingresso del “Pronto Moda Lisa Sartoria” in viale Colombo. Tong è rientrato in Italia dopo un paio di settimane nel suo paese di origine per festeggiare “il capodanno cinese”.
Il periodo di quarantena volontaria suggerita dai protocolli di prevenzione, per chi rientra da zone a rischio e in assenza di sintomi, è di 14 giorni.



In questo articolo:


Change privacy settings