2500 pugliesi soffrono di epilessia, la provincia di Foggia si illumina di viola contro i pregiudizi

Avvolta per secoli da un alone di mistero e circondata da pregiudizi e scarsa conoscenza, la malattia neurologica registra un picco di incidenza nell’età evolutiva e negli anziani e nel 30% dei casi risulta essere resistente alla terapia farmacologica

Lunedì 10 febbraio 2020 è la Giornata Mondiale dell’Epilessia, una malattia neurologica che coinvolge mezzo milione di persone in Italia, di cui almeno 25000 in Puglia. Avvolta per secoli da un alone di mistero e circondata da pregiudizi e scarsa conoscenza, l’epilessia registra un picco di incidenza nell’età evolutiva e negli anziani e nel 30% dei casi risulta essere resistente alla terapia farmacologica.

Come negli anni precedenti, la Struttura Complessa di Neurologia Universitaria del Policlinico Riuniti di Foggia, diretta da Carlo Avolio (Dipartimento di Neuroscienze, direttore Ciro Mundi) è attivamente impegnata in occasione delle giornate mondiali per l’epilessia del mese di febbraio 2020 in una serie di iniziative volte a divulgare una corretta informazione e a contrastare pregiudizi e discriminazione per i pazienti con epilessia. 

In particolare, il Centro per lo Studio e la Cura dell’Epilessia del Policlinico Riuniti di Foggia, responsabile Giuseppe d’Orsi, centro riconosciuto dalla LICE (Lega Italiana contro l’Epilessia), la società scientifica che in Italia riunisce i medici di branca neurologica che si occupano di epilessia e accreditato per le Epilessie Rare nella rete regionale pugliese, ha organizzato “Nuovo Cinema Epilessia”. Attraverso la visione di spezzoni di telefilm (dai medici di E.R. e di Grey’s Anatomy al Dr. House) e  film (da “Cleopatra” al “Grande Cocomero”, da “La Storia” a “L’Aria Salata, dal “Fuggitivo” a “Bianco, Rosso e Verdone”, da ”Ladri di Biciclette” a “Bello, Onesto, Emigrato Australia  Sposerebbe  Compaesana Illibata”), il personale medico e paramedico del Centro per lo Studio e la Cura dell’Epilessia del Policlinico  Riuniti di Foggia informerà sull’epilessia nelle sue diverse problematiche diagnostiche, terapeutiche e psico-sociali. 

Gli incontri si terranno presso l’Istituto Comprensivo “Giovanni Paolo I” di Stornara nella mattinata del 10 febbraio 2020 con inizio alle ore 10.30 e in serata alle ore 18.00 presso la Chiesa di San Rocco a Rignano Garganico. Successivamente, analoghi incontri saranno tenuti il 29 febbraio ore 17.30 a Molfetta presso la Chiesa Madonna della Rosa e il 5 marzo ore 17.30 a San Severo presso il Museo Alto Tavoliere. Tutti gli incontri saranno rivolti ai pazienti, alle scuole e alla popolazione tutta.

Infine, dal tramonto di lunedì 10 febbraio Rignano Garganico e il suo balcone sul Tavoliere delle Puglie si illumineranno di viola, il colore dell’epilessia riconosciuto a livello mondiale per l’assonanza con la lavanda, fiore associato alla solitudine, che ricorda l’emarginazione che spesso i pazienti con questa malattia vivono.  

Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.fondazionelice.it





Change privacy settings