Pietra sul capo di un cerignolano, arriva la sentenza per il Foggia: col Brindisi gara a porte chiuse

Anche una ammenda di 3000 euro e un turno di squalifica per i calciatori Russo e Gerbaudo

È arrivato il verdetto del giudice sportivo dopo il derby di domenica scorsa allo Zaccheria tra Foggia e Cerignola. Motivazioni. “Ammenda di 3000 euro e una gara a porte chiuse – si legge nel provvedimento – per avere propri sostenitori lanciato una pietra della grandezza di una noce all’indirizzo dei sostenitori della squadra avversaria colpendone uno sul capo con conseguente fuoruscita di sangue e necessario intervento degli operatori sanitari e successivo trasporto in ospedale. Sanzione così determinata anche in ragione della recidiva di cui al C.U. 76 ( R CdC). Inoltre un turno di squalifica per i calciatori Russo e Gerbaudo per somma di ammonizioni”. Foggia-Brindisi, dunque, si giocherà senza tifosi rossoneri.





Change privacy settings