Foggia “ribaltata” dai Cacciatori, incursioni a Parco degli Ulivi e Borgo Mezzanone: trovati cento chiodi a 4 punte. Sequestrata anche droga

Proseguono a ritmo serrato i controlli a tappeto dei carabinieri del NORM della Compagnia Foggia con l’ausilio dello Squadrone speciale e delle unità cinofile. Visita in alcuni circoli privati

I carabinieri della Stazione di Foggia Porta San Severo stavano eseguendo un’ordinanza di ripristino della detenzione in carcere di un foggiano rintracciato nei container di Parco degli Ulivi, quando il fiuto e l’abilità dell’unità cinofila antidroga ha permesso di scoprire un panetto di hashish dal peso di circa 100 grammi nascosto nell’area. Il cane ha iniziato ad agitarsi e si è diretto nei campi limitrofi ai container rinvenendo una confezione di cellophane con all’interno lo stupefacente; dunque con l’ausilio di altri militari dell’Arma dauna, hanno avuto luogo perquisizioni volte ad accertare che nelle adiacenze non fossero detenute armi o droga. Un altro foggiano è stato rintracciato a Ordona, destinatario di una pena di 5 anni di reclusione; entrambi sono stati associati alla locale casa Circondariale.

É di circa 40 il totale delle perquisizioni personali e domiciliari eseguite dai carabinieri di Foggia e dai rinforzi ricevuti, che dal Campo degli Ulivi si sono estese anche ad una palazzina di Borgo Mezzanone. Questa volta, grazie al sempre qualificato ausilio dei Carabinieri Cacciatori, i militari del NORM della Compagnia di Foggia si sono introdotti negli scantinati di una palazzina popolare, dove all’interno di una angusta intercapedine è stata rinvenuta una scatola contenente all’incirca 100 chiodi a quattro punte, di quelli frequentemente utilizzati contro le autovetture delle forze dell’ordine per garantirsi la fuga insieme ad una targa risultata rubata in provincia nel 2017, il tutto è stato sottoposto a sequestro. 

L’attività di controllo è poi continuata fino a notte fonda, quando i carabinieri della Sezione Radiomobile con i rinforzi della Squadra di Intervento Operativo dell’11° e del 14° Reggimento Carabinieri di Bari e Vibo Valentia, hanno proceduto al controllo di alcuni circoli privati, riscontrando diverse violazioni amministrative in materia di HACCP e trattazione degli alimenti somministrati, per poi procedere a vigilare le vie cittadine con posti di blocco e di controllo.





Change privacy settings