Vladimir Luxuria, Natale con le famiglie dei containers di via San Severo a Foggia. “Una vergogna”

“So cosa significa vivere in una casa popolare e spero, attraverso i mass media e perché no anche attraverso la mia presenza, di tenere alta l’attenzione. Si sblocchi questa situazione”

“Non devono essere loro a vergognarsi di vivere nelle condizioni in cui vivono ma devono vergognarsi tutte quelle persone, senza distinzioni di partiti, che hanno promesso e che purtroppo obbligano queste famiglie dignitose a trascorrere un altro Natale in queste condizioni”.

Lo ha detto l’ex deputata foggiana Vladimir Luxuria che questa mattina si è recata nei container di via San Severo, alla periferia di Foggia, per incontrare le 45 famiglie che vivono lì a 14 anni.

“So cosa significa vivere in una casa popolare perché ci ho vissuto – ha aggiunto Luxuria – e spero, attraverso i mass media, le televisioni e perché no anche attraverso la mia presenza sebbene non sia più in politica, di tenere alta l’attenzione, e che finalmente si possa sboccare questa situazione”.

“Oggi è Natale – hanno detto alcune persone che vivono nei container – e la speranza non muore mai: speriamo veramente sia l’ultimo Natale qui perché è brutto non poter invitare un parente, un amico. Per noi sono 14 anni che non è più Natale”.
Lo scorso 11 dicembre è stato raggiunto un accordo in base al quale la Regione Puglia ha stanziato tre milioni e mezzo di euro per superare l’emergenza abitativa in città. Il Comune di Foggia ha firmato l’ordinanza di sgombero dei container e si dovrà provvedere alla progressiva ricollocazione dei nuclei familiari interessati.





Change privacy settings