Vertice sui migranti a San Severo. “È il primo comune d’Italia ad aver fronteggiato legalmente il problema immigrazione”

La prossima riunione si terrà nel mese di dicembre al Viminale con la presenza del Cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere del Santo Padre

Si è tenuta a Palazzo Celestini l’annunciata riunione sul tema: “Immigrazione – problematiche relative al territorio del Comune di San Severo” convocata dal prefetto di Foggia Raffaele Grassi. All’incontro, presieduto Michele di Bari, Capo Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione al Ministero dell’Interno, hanno preso parte anche il Vescovo della Diocesi Giovanni Checchinato, il Questore Paolo Sirna, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Nicola Lorenzon, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Andrea Di Cagno, il Direttore della Caritas Diocesana di San Severo don Andrea Pupilla, altre autorità civili e militari.

“È stata una riunione importante – dichiara il sindaco Francesco Miglio –. Si sono messe a punto azioni concrete, anche di natura economica, di sostegno all’attività intrapresa tra l’amministrazione comunale e la Chiesa con la firma del protocollo d’intesa per i senzatetto. Grazie al prefetto Grassi per aver ribadito la bontà dell’azione della civica amministrazione, primo comune d’Italia ad aver fronteggiato sia legalmente che dal punto di vista umanitario il problema dell’immigrazione, rispondendo alle esigenze dei senza tetto. Grazie anche al prefetto Di Bari, ritornato dopo tanti anni nella nostra città dopo la parentesi prefettizia a metà anni novanta, il quale ha ribadito la necessità di fare rete e creare una collaborazione sinergica, la cosiddetta Squadra Stato. Per questo motivo la prossima riunione si terrà nel mese di dicembre al Viminale con la presenza del Cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere del Santo Padre”.





Change privacy settings