Centristi vecchi e nuovi s’incontrano. Parte l’organizzazione per le regionali senza Cera

Si è affacciato al pranzo anche Max Di Fonso, che però non ha voluto rilasciare dichiarazioni. “Mi sto guardando attorno”, ha tagliato corto.

L’incontro è andato in scena in un noto ed elegante ristorante del centro di Foggia. Dopo i fatti che hanno travolto il consigliere regionale Udc Napi Cera lo spazio centrista di Puglia Popolare è molto ambito, in Capitanata c’è il solo Sergio Clemente, ma la sfida per raggiungere lo scranno del consiglio regionale, dentro la coalizione che sosterrà Michele Emiliano (le Primarie appaiono a molti un mero strumento di partecipazione per legittimare la sua leadership), è più che aperta.

Al tavolo insieme all’assessore regionale all’Ambiente Gianni Stea e al leader di Puglia Popolare Massimo Cassano, nelle varie fasi del pranzo, si sono presentati il presidente del Consiglio di San Nicandro Loris de Luca, nuovo grande acquisto dei cassaniani, l’amministratrice di Carapelle Maria Cangio, il giornalista Micky de Finis, Rino de Martino coordinatore provinciale di Foggia, il Sindaco di Ascoli Satriano Vincenzo Sarcone, sempre più impegnato nella sua battaglia a smontare la narrazione efficientista, tra strade e scuole, di Nicola Gatta presidente della Provincia.

Al tavolo per il caffè sono anche arrivati da San Paolo Civitate il Presidente del Consiglio Mercurio Occhionero e il Vice commissario dell’Aro 7 e Consigliere Comunale Filiberto Bambino, insieme al consigliere Alessandro di Nunzio e al Presidente del Consiglio di San Giovanni Rotondo Salvatore Ricciardi e al Vice Sindaco di Rignano Garganico Emanuele di Fiore.

Assenza giustificata quella di Sergio Clemente Consigliere Comunale di Foggia, in visita a Bologna da sua figlia, studentessa universitaria nel capoluogo emiliano. Il primo scoglio saranno ora le Primarie: tutti gli aderenti di Puglia Popolare dovranno dare sostegno a Michele Emiliano.

Si è affacciato a pranzo già consumato anche il campione di consensi ex leghista Max Di Fonso, che a l’Immediato in strada però non ha voluto rilasciare dichiarazioni. “Mi sto guardando attorno”, ha tagliato corto.