Mix di civiche per Emiliano alle Regionali, Scapato guida i socialisti. Pronto alla sfida anche l’ex Lega Di Fonso

Abbandonato il partito di Salvini, il consigliere campione di consensi a Foggia non fa più mistero della sua simpatia per i pizzarottiani. Cera&co, patto federativo

C’è un grande lavorio nei partiti e nel civismo per assicurare la vittoria alle regionali del 2020 al Governatore Michele Emiliano. L’avvocato foggiano Giulio Scapato con i suoi circa 1000 voti al Comune di Foggia con La Città dei Diritti è pronto a scendere in campo per le regionali. Il progetto è tenuto insieme dall’ex assessore alla Sanità dei tempi vendoliani Alberto Tedesco, padre politico del sindaco di Bari Antonio Decaro. L’idea è quella di mettere insieme tutti i socialisti dispersi per la Puglia e radunare una grande lista in ogni provincia pugliese.

Scapato sarà la punta di diamante, come confida a l’Immediato. Ma con lui è pronto a mettersi in gioco anche Massimiliano Di Fonso, che abbandonata la Lega non fa più mistero della sua simpatia per i pizzarottiani.

L’accordo infatti è tra socialisti e Italia in Comune. “Si sta lavorando ad una civica ampia, il presidente ha necessità di mettere insieme più liste per vincere. Tutti i socialisti della Regione Puglia entreranno in una grande civica. Pisicchio invece correrà da solo con Iniziativa Democratica. Con noi in provincia di Foggia ci saranno Gino Giorgione, Rosario Cusmai, Max Di Fonso, Pippo Liscio, Giuseppe Pica di Lucera, Marco Faienza di Torremaggiore un vecchio socialista, forse Michele Sementino. Stiamo cercando di convincere anche Pippo Cavaliere. Cerchiamo una donna forte sul Gargano”.

Vorrebbe essere della partita anche l’ex consigliere regionale Pino Lonigro, ma andrebbe a sfaldare i consensi di Scapato.

Dall’altro lato c’è Napoleone Cera, il cuoricino ha ormai ufficializzato il patto con la forza civica di Massimo Cassano. Nella stessa lista dovrebbe candidarsi anche Sergio Clemente, che potrebbe insidiare il giovane consigliere garganico.

Giovedì 10 ottobre, alle 11 nella Sala Stampa “Campione” del Consiglio regionale, nel corso di una conferenza stampa i consiglieri regionali Napoleone Cera, Mario Romano e Gianni Stea ufficializzeranno la sottoscrizione del patto federativo in Consiglio regionale tra Puglia popolare e Udc. “I nostri movimenti – sottolinea Stea – hanno dato vita ad un patto federativo necessario al dialogo con tutte le forze e i movimenti civici che, riconoscendosi nella nostra stessa matrice culturale, accettano il confronto sui temi più rilevanti, a partire dalle questioni del lavoro, dello sviluppo economico, nel rispetto dell’ambiente, della salute, della sana giustizia, della formazione e della ricerca universitaria e affinché siano attuati tutti i provvedimenti per dare soluzione ai principali problemi che affliggono le nostre Comunità, dal Gargano al Salento”.

Intanto nello schieramento di centrodestra il caso Di Gioia tiene banco. Nel direttivo regionale leghista molti esponenti del Salento e di Bari si sono detti sfavorevoli ad un suo ingresso in casa Lega.