Quasi uccide il fratello poi lo sequestra insieme al padre disabile, uomo arrestato a Monte Sant’Angelo per tentato omicidio

I carabinieri scoprono una brutta storia di degrado familiare nel centro storico del paese. In manette 42enne per le vessazioni contro stretti parenti

Lo scorso 5 ottobre, i carabinieri di Monte Sant’Angelo guidati dal maresciallo Dargenio sono intervenuti a seguito di litigio in famiglia nel centro storico del paese.
I militari sono stati allertati da G.L.T. che era stato chiuso a chiave e quindi sotto sequestro insieme al padre disabile. Arrivati sul posto, i carabinieri si sono resi subito conto della gravità della situazione. Hanno quindi sfondato la porta per poi contattare il 118 e consentire l’accompagnamento dell’anziano presso una casa di riposo, lontano da ulteriori azioni criminose da parte dell’altro figlio, il 42enne E.L.T..

Nelle scorse ore, l’uomo, in seguito ad una furiosa lite, aveva aggredito i parenti con un coltello a serramanico, ferendo il fratello ad un arto per poi fuggire dopo averli chiusi nell’abitazione.
I carabinieri, però, lo hanno rintracciato ben presto, lungo la SS 272, in località Carbonara.
Il pm di turno ha ravvisato gli estremi del tentato omicidio, disponendo il carcere per il 42enne.





Change privacy settings