Dramma della solitudine a Foggia, anziano morto da almeno dieci giorni. Cadavere trovato in casa dall’edicolante

Immediata è stata la telefonata ai Vigili del fuoco, i quali hanno forzato l’appartamento e permesso di recuperare il corpo senza vita dell’uomo

Trovato senza vita nella sua casa in centro a Foggia. Dramma della solitudine in città dove un edicolante ha scoperto che un suo anziano cliente era morto da giorni. Troppo strana la sua assenza, per lui che era solito andare in edicola a ritirare i fascicoli di una collezione. A volte, però, per via delle precarie condizioni di salute, era l’edicolante a consegnare il materiale a domicilio. Domenica scorsa l’amara scoperta. Quando è arrivato nel plesso, già si sentiva un odore cattivo.

Lo scenario è peggiorato sull’uscio della porta, dove è stato possibile comprendere le ragioni dell’assenza delle ultime settimane all’appuntamento in edicola. Immediata è stata la telefonata ai Vigili del fuoco, i quali hanno forzato l’appartamento e permesso di recuperare il corpo senza vita dell’anziano. L’edicolante continua a non capacitarsi sui motivi per cui nessuno ha segnalato l’assenza dell’uomo nonostante il cattivo odore presente nel condominio. Una storia di solitudine e abbandono nel cuore di Foggia.