Giornalisti e blogger dormono sugli alberi e in bubble room. A Biccari un’esperienza da raccontare

Gli ospiti pernotteranno in paese dal 4 al 9 settembre 2019, poi faranno tappa ad Alberona, Castelluccio Valmaggiore e Celle di San Vito

Giornalisti e blogger dormiranno sugli alberi, nelle casette costruite nel bosco di Biccari, e nella bubble room, la “stanza trasparente” posta nel cuore del Parco Avventura biccarese. Pernotteranno a Biccari dal 4 al 9 settembre 2019, visiteranno il paese, e faranno tappa anche ad Alberona, Castelluccio Valmaggiore e Celle di San Vito: sono i blogger e i giornalisti che arriveranno da tutta Italia per il press tour “Natura in Festa”, promosso dal Comune di Biccari e finanziato dalla Regione Puglia grazie al Programma Operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo”, Asse VI – Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche.

Le case sugli alberi. Ne ha parlato anche il Corriere della Sera, nei giorni scorsi: in Italia, sono sempre più apprezzati i soggiorni turistici alternativi e, anche in questo senso, Biccari è all’avanguardia, perché dà la possibilità di dormire nelle casette di legno costruite sugli alberi e nella bubble room, una vera e propria stanza nel cuore del bosco, col tetto trasparente, per essere a diretto contatto con la natura e le stelle.

Puglia di montagna e di foreste. Che in Puglia ci siano montagne e foreste è un dato ancora poco conosciuto. I Monti Dauni contano la cima più alta della regione, con i 1152 metri del Monte Cornacchia, e oltre 10mila ettari di boschi. È una Puglia per molti versi inedita. L’obiettivo è di promuoverla, farla conoscere, così da ampliare ulteriormente un’offerta turistica che sta già incoronando l’antica e la moderna Apulia quale regione più attrattiva d’Italia. Per consolidare e migliorare i risultati straordinari degli ultimi anni, i Monti Dauni sono forse la migliore risorsa pugliese. Biccari sta facendo un lavoro eccezionale, con riconoscimenti unanimi soprattutto per il successo che stanno ottenendo il Parco Avventura e tutta l’area che si sviluppa attorno al Lago Pescara.

Una terra da favola. Ci troviamo nelle aree interne della provincia di Foggia, a più di 100 chilometri dal promontorio del Gargano e dalle sue coste. Sembra la terra delle favole. I Monti Dauni, che si addicono a chi ama scoprire tesori nascosti più che gettarsi sulle rotte del turismo di massa, detengono una serie di primati curiosi e significativi: è il pezzo di Puglia con la maggiore densità boschiva della regione; quello con la maggiore concentrazione di riconoscimenti di qualità turistico-ambientale.

I Monti Dauni sono un’area che conta 30 comuni (con Lucera, il centro più grande e “Città d’Arte”), poco più di 100mila abitanti, oltre 500 tra chiese, siti d’interesse comunitario e musei etnografici, 15 paesi certificati con marchi di qualità turistico-ambientali. I fiumi, i laghi, le riserve faunistiche di quest’area dell’entroterra rappresentano un unicum ambientale preziosissimo, un vero e proprio giacimento di biodiversità da salvaguardare e da promuovere. L’obiettivo del press tour è quello di consolidare l’area naturalistica del Lago Pescara e del Monte Cornacchia quale nuova destinazione turistica per chi ama vivere il bosco, fare trekking, mountain bike, tiro con l’arco, orienteering, attività dedicate alla scoperta della natura.