Neri Marcorè e Gianfranco Vissani ospiti del Gargano Media Festival. Cinema e cucina in attesa di Sacchi e Veltroni

Appuntamento a Peschici giovedì 5 settembre e a Vico del Gargano venerdì per due serate evento

Il poliedrico Neri Marcorè sarà protagonista della seconda serata del Gargano Media Festival, l’evento realizzato da Comune di Vico del Gargano-Assessorato alla Promozione del Territorio, Comune di Peschici e Pro Loco San Menaio & Calenella, con il sostegno di Regione Puglia e Ferrovie del Gargano. L’appuntamento con il volto noto del piccolo e grande schermo – che sarà intervistato dal giornalista Sky Stefano Meloccaro – è fissato alle ore 20.30 di giovedì 5 settembre in Piazza Pertini a Peschici.

Una carriera, quella di Neri Marcorè, che permetterà di esplorare a tutto tondo il mondo della comunicazione e dei nuovi media, argomenti al centro del “Gargano Media Festival”. Sin da bambino, infatti, Neri si dilettava nell’imitare personaggi famosi, uno tra tutti Ornella Vanoni. Dopo la laurea ha iniziato a dedicarsi al doppiaggio e nel 1993 ha debuttato a teatro con lo spettacolo di Carlo Goldoni “La finta ammalata in musica”, a cui ha fatto seguito la commedia musicale “Belushi, sesso, droga and rock’n’roll”. Poi è arrivato sul grande schermo con “Ladri di cinema” diretto da Pietro Natoli. La prima apparizione televisiva ha visto Marcorè al fianco di Corrado nell’edizione 1998 de “La Corrida”. Sono seguiti poi “Stasera mi butto” e “Ricomincio da due”. La sua carriera televisiva è decollata grazie all’incontro con Serena Dandini, con la quale ha collaborato a diverse trasmissioni come il “Pippo Kennedy Show”, “L’Ottavo Nano” e “Parla con me”, in cui imitava diversi personaggi del mondo politico e dello spettacolo. Dal 2002 al 2003 ha lavorato con la Gialappa’s band nella trasmissione “Mai dire Domenica”. Insieme al professore Piero Dorfles ha condotto “Per un pugno di libri”, ed è stato al timone del programma fino al 2011. L’attività artistica di Neri Marcorè si è ramificata al punto da comprendere teatro, televisione e cinema. Nel 2008 ha debuttato all’Ambra Jovinelli di Roma con lo spettacolo “Un certo signor G”, imperniato sull’opera musicale di Giorgio Gaber; contemporaneamente ha girato alcune fiction di successo, tra cui “Papa Luciani”. Ha ottenuto la nomination ai David di Donatello e vinto un Nastro d’Argento come miglior protagonista per il film “Il cuore altrove” di Pupi Avati, che lo ha diretto anche ne “La seconda notte di nozze” e “Gli amici del bar Margherita”. Marcorè ha mantenuto il legame con la sua città natale occupandosi della direzione artistica del teatro di Porto Sant’Elpidio. Ha fatto parte del cast delle due fortunate serie tv “Tutti pazzi per amore”. Ha recitato in “Mi rifaccio vivo” di Sergio Rubini, “Smetto quando voglio” e “Smetto quando voglio – Ad honorem” di Sydney Sibilia, “Sei mai stata sulla Luna?” di Paolo Genovese, “Latin lover” di Cristina Comencini.

Da Peschici a Vico del Gargano. Quali sono gli ingredienti per ottenere una comunicazione efficace? Venerdì 6 settembre ospite del festival sarà Gianfranco Vissani, cuoco, gastronomo, scrittore, ristoratore, critico gastronomico e personaggio televisivo.

La terza serata dell’evento – realizzato da Comune di Vico del Gargano-Assessorato alla Promozione del Territorio, Comune di Peschici e Pro Loco San Menaio & Calenella, con il sostegno di Regione Puglia e Ferrovie del Gargano – avrà inizio come sempre alle ore 20.30 e si svolgerà nel Piazzale della Stazione di San Menaio. Il cuoco umbro che quotidianamente coinvolge e conquista il pubblico televisivo, sia come showman sia come professionista, sarà intervistato dal giornalista Sky Stefano Meloccaro. Dopo aver frequentato la Scuola Alberghiera di Stato a Spoleto, Vissani ha iniziato a girare il mondo. Questo gli ha dato la possibilità di conoscere chef come Ramponi, Rispoli e Giovanni Gavina, che ancora oggi ritiene essere i punti fermi per l’insegnamento e la valorizzazione di questo mestiere. Nel 1974 ha deciso di rientrare in Umbria e di aprire un ristorante nella sua città natale, Civitella del Lago. Nel 1979 sono iniziati ad arrivare i primi riconoscimenti delle migliori guide Italiane, che lo hanno sospinto sin da allora ai vertici delle classifiche di settore. Oltre alle guide nazionali ha ottenuto importanti riconoscimenti anche in campo internazionale.

Dal 1990 ha iniziato una collaborazione con “Repubblica”, tenendo una rubrica di cucina su “Il Venerdì”; ha conseguito numerosi premi e riconoscimenti per i suoi libri, ritenuti bestsellers della gastronomia. Nel suo percorso è stata molto importante l’opera di divulgazione attraverso la televisione e la radio. Nel 1997 lo chef ha dato il via al suo percorso in tv su Rai Uno con una rubrica di cucina nei programmi “Uno Mattina” e “Uno Mattina Estate”. Dal 2000 al 2005 ha partecipato a “Domenica In”, nel 2003 al dopofestival di Sanremo; ha condotto un’importante spazio su “Linea Verde” e “Linea Verde Orizzonti” dal 2003 al 2006, e nei programmi “Sabato e Domenica” e “Sabato e Domenica Estate” nel 2008 e 2009. Poi la collaborazione con “La Prova del Cuoco”, programma televisivo dove Gianfranco Vissani è stato chiamato per giudicare gli chef in competizione. Nel 2010/2011 ha continuato a collaborare con Rai Uno e con la “Prova del Cuoco” e ha condotto “Linea Verde Orizzonti”, programma cult dedicato alle usanze e ai sapori della terra. Dal 2011 è conduttore del programma di successo “Ti ci porto io” su La7.

Al “Gargano Media Festival” il maestro – la cui cucina si basa su due componenti fondamentali, la conoscenza e la pratica della cucina internazionale da una parte e dall’altra la freschezza, la varietà dei sapori e la fantasia delle diverse cucine territoriali – racconterà le sue esperienze e gli ingredienti segreti per ottenere la ricetta perfetta in cucina e in comunicazione. Il “Gargano Media Festival” proseguirà a Vico del Gargano il 7 settembre con Arrigo Sacchi e l’8 con Walter Veltroni.