Imbarcazioni non autorizzate, raffica di controlli in mare alle Isole Tremiti

Non si è fatta attendere la risposta della Guardia Costiera dopo le denunce emerse in un convegno sull’AMP circa la presenza di imbarcazioni non autorizzate nelle acque delle Isole Tremiti. Oltre cento i controlli a unità da diporto (imbarcazioni e natanti) e venti le sanzioni amministrative comminate per un totale di oltre 12mila euro contestati a conduttori privi di certificazione, unità non conformi o sprovviste di dotazioni di sicurezza, soggetti illegittimamente entrati in zone senza il possesso dell’autorizzazione rilasciata dall’ Ente Parco Nazionale del Gargano (ente gestore della Riserva Marina). Sono solo alcuni dei comportamenti illeciti opportunamente sanzionati a termini di legge nell’ambito dei controlli effettuati nei giorni precedenti e durante il Ferragosto nel corso dell’operazione “Mare Sicuro”.

Complessivamente sono stati effettuati oltre 300 controlli a vario titolo per pesca, diporto, demanio, traffico navale e mercantile, ambientale ed archeologico in relazione ai diversi compiti di istituto del personale della Guardia Costiera che in mare si è avvalso dell’apporto due gommoni il GC A77, modello Hurrican, ed il GC B34.
I servizi della Delegazione di Spiaggia delle Isole Tremiti saranno mantenuti elevati anche nel prosieguo della stagione al fine di consentire una serena fruizione a tutti gli utenti del mare (bagnanti e diportisti) ai quali si rammenta il rispetto delle regole/consigli utili.
Si ricorda, infine, che in caso di emergenza in mare è sempre attivo su tutto il territorio nazionale il “NUMERO BLU 1530”, un servizio gratuito per il cittadino, grazie al quale è possibile comunicare con il Comando della Capitaneria di Porto più prossimo alla località da cui avviene la chiamata di emergenza, anche se effettuata da telefonia mobile.