Furti nella stazione di Foggia, arrestate due persone. Vittime anche sul Frecciarossa Milano-Bari

Nel corso della notte del 10 agosto scorso, agenti della Sezione Polizia Ferroviaria di Foggia,  durante l’attività di vigilanza in Stazione, notavano un uomo che, alla loro vista,  tentava di nascondersi dietro una colonna della pensilina del primo binario, verosimilmente per evitare di essere fermato. La mossa un po’ troppo repentina insospettiva gli agenti, che  decidevano di sottoporlo a controllo. 

Dall’interrogazione della banca dati delle Forze di polizia emergeva che l’uomo, un ventottenne di origine romene, con diversi precedenti penali, era destinatario di un provvedimento di ordine di custodia cautelare in carcere, emesso ad aprile scorso dal G.I.P. del Tribunale di Salerno, in quanto indagato per furto aggravato di una borsa, strappata di mano ad una anziana signora, evento verificatosi nello scorso mese di febbraio in località Capaccio (SA).

L’uomo, pertanto, veniva tratto in arresto e ristretto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nella pomeriggio del 9 agosto scorso, nel medesimo scalo ferroviario, i poliziotti della Sezione avevano arrestato un trentacinquenne pregiudicato barese, che si era reso responsabile di furto aggravato di una borsa, contenente denaro, documenti e monili in argento, sottratta ad una passeggera del Frecciarossa Milano-Foggia-Bari, nel tragitto da Termoli a Foggia. L’intervento degli agenti, consentiva di recuperare la  borsa, che veniva riconsegnata alla proprietaria. L’uomo, invece, veniva ristretto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



In questo articolo: