Torna in bilico il destino dell’Audace Cerignola. Attesa per le parole del patron Grieco

“L’Audace Cerignola costretta, malgrado il ripescaggio, a ripartire dalla serie D perché – a detta della Lega – i lavori di messa a norma del Monterisi, sono stati effettuati ben oltre il 5 luglio, data ultima per dimostrare di avere tutti i requisiti in ordine. Di conseguenza, tirano un sospiro di sollievo Paganese, Modena e Reggiana (la prima riammessa, le altre due ripescate) tra le maggiori indiziate a lasciare un posto alla formazione pugliese”. Lo riporta Il Messaggero dando ormai per spacciata l’Audace Cerignola dalla prossima Serie C.

La Figc (con le nuove regole introdotte da Gravina) considera “perentorio” il termine per i ripescaggi (5 luglio), al contrario di quanto scritto dal Coni nelle motivazioni. Quindi oggi i calendari dovrebbero essere stilati con 60 squadre. Il patron del Cerignola, Nicola Grieco farà presto chiarezza attraverso una conferenza stampa.