Lucera sogna di riportare il Torneo delle Chiavi all’antico anfiteatro. Via ai preparativi del corteo storico

Nelle scorse giornate si sono svolti i primi incontri operativi per l’evento di grande respiro medievale finalizzato alla promozione del turismo culturale

Si è messa in moto a Lucera la macchina organizzativa per la realizzazione del Corteo Storico e del Torneo delle Chiavi. Un evento di grande respiro medievale finalizzato alla promozione del turismo culturale con particolare riferimento al recupero della memoria storica e dell’identità lucerina. Nelle scorse giornate si sono svolti i primi incontri operativi al comune di Lucera tra il neo eletto presidente dell’associazione delle 5 Porte Storiche Gianni Finizio, coordinatore dell’evento, il sindaco Antonio Tutolo e l’assessore al Turismo Carolina Favilla. La manifestazione, quest’anno, dovrebbe tornare ad essere inserita all’interno della programmazione della Festa Patronale, approntata dal Comitato Feste Patronali.

L’obiettivo dell’associazione delle 5 Porte è quello di riportare il Torneo delle Chiavi ai fasti di un tempo. Il sogno vero e proprio si chiama Anfiteatro. Infatti, riportare i giochi all’Anfiteatro, oltre a risolvere alcuni problemi logistici, sarebbe un grosso salto di qualità per l’evento. Pertanto, la macchina organizzativa si sta muovendo in maniera compatta per realizzare il sogno, che sostanzialmente potrebbe regalare ai lucerini e ai turisti, una bella copertina per la storia, la passione e le tradizione. Particolare interesse desta inoltre, la presenza di un team di esperti, che con la loro partecipazione renderà la rievocazione ancora più suggestiva e attendibile. Il dato di fatto più evidente è che le 5 Porte stanno lavorando in sinergia e hanno creato un gruppo affiatato e compatto. Ognuno ha messo a disposizione dell’associazione le proprie conoscenze e competenze per raggiungere l’obiettivo comune.