La rete dei Sannella nel mirino della procura: fatture per operazioni inesistenti, ombre sui rapporti con le società di Russo e Zammarano

Collegamenti poco chiari tra le aziende facenti capo ai due patron del Foggia Calcio e alcuni noti imprenditori locali. I magistrati indagano alacremente a caccia della verità

Procura e Guardia di Finanza sono interessati ai rapporti intercorsi tra la Satel del gruppo Sannella e la General Street il cui legale rappresentante è l’imprenditore Andrea Angiuli di San Severo.
La Satel è risultata fornitore della Daunia Green Energy di cui era amministratore unico Raffaele Zammarano, costruttore foggiano destinatario di perquisizioni da parte dei finanzieri ma che non risulta indagato nell’inchiesta. La Procura intende inoltre verificare i rapporti tra Francesco Sannella con un altro costruttore foggiano, Armando Russo (nel riquadro in alto), anche lui al centro di perquisizioni ma non indagato.

Testualmente, i magistrati vogliono “ricercare la natura effettiva dei rapporti emersi tra Raffaele Zammarano ed Andrea Angiuli, nonché tra Armando Russo e il Foggia Calcio”. E “ricercare – si legge nel decreto – qualsiasi collegamento tra la Satel srl, la Sannella Holding 2, la Esseci srl, Foggia Calcio con le seguenti società Eco Edil Pinto srl, Pintocoop Società Cooperativa, Daunia Green Energy srl, Pianeta Immobiliare srl, Stabile srl e Fin.Gest srl. Si tratta di soggetti giuridici coinvolti nella fatturazione per operazioni inesistenti”.

Resta aggiornato su Facebook, clicca qui -> http://www.facebook.com/immediatonet