Cerignola, donna disperata chiama i carabinieri e fa arrestare ex marito violento

La vittima da mesi perseguitata, tormentata e minacciata di morte dall’uomo, che non voleva rassegnarsi alla fine della loro unione coniugale

Nei giorni scorsi i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato, a Cerignola, un 48enne accusato di atti persecutori. L’uomo è stato bloccato dai militari della locale Stazione dopo la disperata richiesta telefonica di intervento fatta al 112 dalla sua ex moglie, da mesi perseguitata, tormentata e minacciata di morte dall’uomo, che non voleva rassegnarsi alla fine della loro unione coniugale.

I carabinieri lo hanno bloccato ed identificato mentre, a bordo della sua autovettura, dopo l’ennesimo pedinamento, aveva affiancato l’auto della ex moglie. Condotto in caserma, è stato dichiarato in arresto per atti persecutori e, dopo le formalità di rito, su disposizione della Procura di Foggia, è stato sottoposto agli arresti domiciliari. A seguito della convalida dell’arresto, il gip del Tribunale di Foggia ha disposto nei suoi confronti l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari.