Avvocatessa picchiata brutalmente, “colpevole di aver accettato incarico delicato”. Lo sdegno della parlamentare Giuliano

Tiene banco il caso dell’aggressione alla professionista Maria Pia Bonavita. La solidarietà della pentastellata

“È grave quello che è accaduto oggi ad una stimata collega avvocatessa di Cerignola, Maria Pia Bonavita, brutalmente aggredita – a quanto pare da alcune controparti – esclusivamente perché ‘colpevole’ di aver accettato un incarico delicato in materia di affidamento di minori”. Lo ha dichiarato Carla Giuliano, parlamentare del M5S di San Severo in merito alla recente aggressione subita dall’avvocato di Cerignola.

Colpevole esclusivamente di aver svolto il proprio ministero con la determinazione che necessita. ‘Colpevole’ solo di aver fatto l’avvocato”, ha proseguito la Giuliano che sull’attacco al ruolo del difensore ha poi precisato: “La violenza è sempre grave e non ha mai giustificazioni. Ma quando tocca in maniera vile il ruolo e le funzioni dell’avvocato, la gravità è di portata esponenziale. Perché la libertà di ognuno di noi passa anche attraverso il diritto di difesa, prerogativa dell’Avvocatura che non può e non deve mai subire alcun condizionamento.

Alla collega Bonavita esprimo tutta la mia solidarietà con l’auspicio che episodi del genere non abbiano più a ripetersi. Intendo portare all’attenzione dell’intera Aula di Montecitorio la gravità di questo episodio”, ha concluso la Giuliano.