“M5S ha ri-consegnato Foggia a Franco Landella”. Tutto il rammarico del Pd per “atteggiamento pilatesco” pentastellati

Lo affermano la segretaria provinciale del Partito Democratico foggiano Lia Azzarone e il segretario cittadino del PD del capoluogo commentando i risultati dei ballottaggi amministrativi

“Il Partito Democratico e il centrosinistra sono investiti dalla responsabilità di governare un maggior numero di grandi centri della Capitanata senza riuscire, però, a vincere la sfida elettorale di Foggia. Da questa evidenza si riparte con maggiore impegno e maggiore fiducia nei nostri mezzi”. Lo affermano la segretaria provinciale del Partito Democratico foggiano Lia Azzarone e il segretario cittadino del PD Davide Emanuele del capoluogo commentando i risultati dei ballottaggi amministrativi.

“Il nostro sentitissimo ringraziamento a Pippo Cavaliere, ai candidati della lista lista del PD e agli elettori che hanno votato noi e il candidato sindaco sono tutt’altro che formali – proseguono Azzarone ed Emanuele – Grazie al loro impegno e alla fiducia che hanno saputo guadagnare tra i cittadini, il progetto di futuro per Foggia elaborato con movimenti, associazioni, organizzazioni ha ottenuto un’ampia e diffusa condivisione.

Le priorità indicate e i candidati chiamati ad interpretarle hanno rappresentato e rappresenteranno un’alternativa reale e concreta allo stile e agli obiettivi di governo del centrodestra leghista. Saremo in Consiglio comunale con il preciso intento di rendere palese tutta questa differenza praticando un’opposizione di merito all’Amministrazione, fondata sull’interesse generale della comunità foggiana e sul rispetto della legalità e della legittimità degli atti.

Siamo consapevoli che sul Partito Democratico, sui suoi 4 consiglieri eletti – uno dei quali sarà Pippo Cavaliere – grava la maggiore responsabilità di quest’azione. E su questa consapevolezza sarà fondato il lavoro politico svolto valorizzando le energie e le competenze che hanno animato la lista con il maggiore consenso tra quelle a sostegno di Pippo Cavaliere. Resta il rammarico per l’atteggiamento pilatesco del Movimento 5 Stelle – concludono sul capoluogo Azzarone ed Emanuele – la cui neutralità ha, nei fatti, ri-consegnato la città a Franco Landella, impedendo la realizzazione di uno solo degli obiettivi programmatici apertamente condivisi da Cavaliere nella fase del ballottaggio”.