Tumori e leucemie nel Basso Tavoliere, chiesti dati alla Regione. “Valori in linea con il resto della Puglia”

A Carapelle e nella zona dei Cinque Reali Siti non si evidenziano particolari emergenze per quel che riguarda la salute dei cittadini, specie dei bambini. Lo confermano i dati dell’Agenzia Regionale per la Salute e il Sociale in Puglia, in risposta ad un’esplicita richiesta del Comune di Carapelle sull’andamento delle patologie tumorali ambientali.

Il sindaco Umberto Di Michele e la consigliera Raffaella Ricco, che si è occupata della vicenda, si erano detti preoccupati dalle notizie apparse sui media, che hanno documentato possibili sversamenti nei suddetti torrenti di percolato e sostanze potenzialmente nocive provenienti dalla discarica di Deliceto, che si trova a monte rispetto al territorio di Carapelle. Inoltre la richiesta è stata effettuata anche per quello che è successo in passato (ad esempio le inchieste Black Land – interramento rifiuti).

L’amministrazione comunale aveva richiesto ad aprile un monitoraggio dei casi di ricovero e delle cause delle principali patologie dei suoi cittadini, per studiarne il nesso con i fattori esterni di rischio. L’AReSS si è basata sui dati rilevati dalle dimissioni ospedaliere dei pazienti residenti, nei Cinque Reali Siti. In questi comuni, l’Agenzia rileva che i dati di salute sono IN LINEA con il dato regionale, anzi anche più favorevoli.

La mortalità generale a causa di tumori maligni appare in diminuzione, mentre restano in linea con i dati regionali quelli relativi ai tumori del colon, alle malattie cardiovascolari e del sistema emolinfopoietico, come ad esempio le leucemie. Per quel che riguarda i casi di ricovero in età pediatrica, l’AReSS non evidenzia criticità particolari.

“Siamo rassicurati dal risultato dei dati sulla salute pubblica – hanno detto da palazzo di città – anche se sull’argomento non faremo mancare una continua attenzione. Saremo sempre di guardia e continueremo a chiedere la collaborazione delle agenzie regionali per la salute, perché crediamo sia un argomento di primo piano. Stiamo attuando – aggiungono dal Comune di Carapelle – diverse attività di prevenzione delle principali patologie, a partire dai banchi di scuola con campagne di sensibilizzazione, ma anche nel resto del paese con convegni e apposite giornate in cui sono state effettuate migliaia di visite specialistiche gratuite a scopo preventivo”.

 





Change privacy settings