Detenuto prova a portare droga e cellulari nel carcere di San Severo, beccato al rientro da vacanza premio

Gli apparecchi e la droga erano occultati “nell’ampolla rettale” del giovane detenuto

Nuova brillante operazione degli uomini della Polizia Penitenziaria in servizio nella Casa Circondariale di San Severo che, nella giornata del 4 giugno scorso, hanno sventato l’introduzione in carcere di stupefacenti e cellulari da parte di un detenuto di rientro da un permesso premio.

Gli agenti della Polizia Penitenziaria di San Severo, a seguito di un intensa attività investigativa coordinata dal Comandante del reparto f.f., il commissario capo dott. Giacomo Prudentino, in collaborazione con le unità cinofili della Polizia Penitenziaria, lo hanno scoperto e denunciato su ordine del pm di turno. 

Il detenuto di origine foggiana, rientrato da un permesso premio ieri mattina, è stato scoperto in possesso di due microtelefonini, 1,23 gr. di cocaina e di circa 66 gr. di hashish. Gli apparecchi e la droga erano occultati “nell’ampolla rettale” del giovane detenuto. Il direttore della Casa Circondariale dott.ssa Patrizia Andrianello, esprime i propri complimenti a tutto il reparto di Polizia Penitenziaria per l’ottimo risultato raggiunto.