Foggia, il presidente Fares scrive a Balata e Gravina: “Chiediamo la fissazione del calendario per i playout”

Il Foggia Calcio nella giornata di ieri ha scelto di scrivere al presidente LNPB Mauro Balata e al presidente F.I.G.C. Gabriele Gravina. “In data odierna il TAR Lazio, con decreto presidenziale n. 2977/2019, in accoglimento della domanda cautelare presentata dal Foggia Calcio S.r.l., nell’ambito del ricorso R.g. n. 5971/2019, in considerazione del fumus boni iuris e del grave e irreparabile pregiudizio in essa rappresentati e rilevato che , la stagione sportiva è nella fase finale ed è necessario preservare le condizioni sportive ed agonistiche della squadra per sostenere le partite di play out, che non possono avvenire nell’imminenza dei nuovi campionati di calcio’, ha disposto la sospensione dell’efficacia esecutiva del verbale del Consiglio della LNPB del 13 maggio 2019, nella parte in cui l’organo della Lega ha deciso di non dar luogo ai playout per l’individuazione della quarta squadra retrocedenda – scrive il presidente Adolfo Lucio Fares -.
Alla luce dell’odierna pronuncia e dell’obbligo di ottemperanza che da essa ne consegue, il Foggia Calcio S.r.l., posizionatosi quart’ultimo come risulta dal C.U. della Lega n. 161 del 15 maggio 2019, ha il diritto di giocare i playout e, pertanto, formula la presente istanza, domandando l’immediata fissazione del calendario relativo alla disputa delle due gare di playout tra la scrivente e l’Unione Sportiva Salernitana 1919 S.r.l. In attesa di un cortese e sollecito riscontro, inviamo i nostri più cordiali saluti”.

La nota del club. “Riteniamo imprescindibile e legittimo che i preposti organi competenti, nel regolare e doveroso adempimento delle loro funzioni, diano immediata esecuzione al provvedimento giudiziale accogliendo l’istanza del Foggia Calcio, al fine di evitare gravi ed irreparabili danni, non solo alla scrivente società, ma anche a tutto il sistema calcio ed in particolare alla Lega Nazionale di Serie B – si legge in un comunicato emesso pochi minuti fa -. Ribadiamo la volontà di tutelare gli interessi della scrivente società in tutte le competenti sedi al fine di vedere riconosciuti i legittimi e sacrosanti diritti sanciti dalle norme vigenti come applicate dai tribunali competenti.





Change privacy settings