“Oro Giallo”, maxi operazione contro il traffico di olio falso. NAS di Foggia in azione

È una delle inchieste di maggior rilievo sulla produzione e commercializzazione di extravergine di oliva sofisticato e contraffatto. A Roma tutti i dettagli con Vaccaro

È in corso una vasta operazione relativa alla fase conclusiva dell’indagine denominata “Oro Giallo”, che prevede l’esecuzione di numerose misure cautelari restrittive e di sequestri probatori, con l’impiego di oltre 250 militari del Gruppo Carabinieri per la Tutela della Salute di Napoli, di unità dell’Arma territoriale e la collaborazione di personale di polizie straniere.

L’operazione, condotta dal NAS di Foggia e coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo dauno, in cooperazione continua con Eurojust (Agenzia dell’Unione Europea per la cooperazione giudiziaria penale) e con Europol per gli aspetti operativi transnazionali, rappresenta una delle più rilevanti indagini svolte negli ultimi anni a contrasto di fenomeni criminali operanti nella produzione e commercializzazione di olio extravergine di oliva sofisticato e contraffatto, perpetrati anche con proiezione transnazionale in Paesi dell’Unione europea.

I dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa prevista per domani 14 maggio 2019, alle ore 10.30, presso la Caserma dei Carabinieri “Salvo D’Acquisto” di Roma, Viale Tor di Quinto 151, alla quale saranno presenti, tra gli altri, il Procuratore Capo di Foggia, Ludovico Vaccaro, il Procuratore Aggiunto Francesca Romana Pirrelli, il Sostituto Procuratore Maria Giuseppina Gravina, il Gen. D. Adelmo Lusi, Comandante del Comando Carabinieri Tutela Salute, il Ten. Col. Vincenzo Maresca, Comandante del Gruppo NAS di Napoli, il Luogotenente Biagio Manzella, Comandante del NAS di Foggia, nonché rappresentanti di Europol.



In questo articolo: