Dramma Foggia, i rossoneri cadono a Verona e retrocedono in Serie C. Finale shock di campionato

Clamorosi ultimi minuti di gioco. Il Venezia ribalta il risultato a Carpi e si salva, satanelli scendono di categoria

Il Foggia cade 2-1 a Verona e retrocede in Serie C. Al Bentegodi in gol Di Carmine (doppietta, il secondo su rigore) per i padroni di casa, Iemmello per gli ospiti, passati momentaneamente in vantaggio. Rossoneri fermi a 37 punti in classifica. Il Venezia, invece, ha clamorosamente ribaltato il 2-0 di Carpi e nel finale ha trovato il 2-3. Finale nella disperazione più totale per i ragazzi di Grassadonia che sembravano ad un passo almeno dai playout.

La cronaca

Foggia con Leali tra i pali, Martinelli, Billong e Ranieri in difesa, Gerbo, Busellato, Greco, Deli e Kragl in mezzo al campo, in avanti la coppia Galano e Mazzeo. Tremila cuori rossoneri al Bentegodi al seguito dei satanelli. Il match si fa subito agguerrito: ammonito Almici per fallo su Deli. Chance per Billong: l’azione nata su punizione trova la conclusione, troppo alta, del difensore rossonero. Poco dopo, il tedesco punta la porta e calcia sicuro, Silvestri si allunga e devia in corner. Al 27′ Matos avverte col destro Leali, tiro di poco alto sulla traversa, poi il tacco Di Carmine sbatte sul petto del portiere rossonero. Caos in campo: giallo per Busellato che dà una manata ad Henderson. Al 34′ palo del Verona! Laribi si accentra e trova il legno e i guantoni di super Leali. Altro giallo per i veneti: Gustafson stende a terra Deli. La punizione di Kragl trova il muro dei gialloblù che dice no. Squadre negli spogliatoi sullo 0 a 0. 

In avvio di ripresa spingono i pugliesi. Al 53′ si sblocca il match: Greco apre per Iemmello che spiazza Silvestri con una gran conclusione. 0 a 1, mentre il numero 9 si prende il giallo per eccelso di esultanza sotto il settore con 2700 foggiani. Rasoterra di Laribi, tutto facile per Leali. Al 65′ accorcia le distanze il Verona. Henderson crossa per Di Carmine che insacca in rete. 1 a 1. Subito due occasionissime per il Foggia: Galano sulla respinta di Silvestri spara alle stelle, Iemmello poco dopo spazza col petto un pallone d’oro ad un passo della porta. Grassadonia lancia Mazzeo per Iemmello, mentre nei padroni di casa entra Colombatto al posto di Henderson. Cambio decisivo: un minuto dopo rigore per il Verona. All’80’ Di Carmine spiazza dal dischetto Leali e fa 2 a 1. Verona in 10, espluso Almici. Nel finale dentro Cicerelli e Matarese per Deli e Ranieri ma il risultato non cambia più.

 

Intanto, notizie shock da Carpi dove il Venezia vince 2-3 dopo aver rimontato da 2-0. Foggia in C e veneti salvi. I gialloblu di Aglietti, invece, vanno ai playoff chiudendo al sesto posto in classifica.

Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/immediatonet