Foggia, finale di Serie B al cardiopalmo. Tutti gli incastri dell’ultima giornata

In attesa dei risultati il club rossonero attende la sentenza del Coni che dovrebbe arrivare a giorni. Quel punticino restituito (su 6 di penalizzione) potrebbe davvero fare la differenza

Sembra incredibile ma nulla è ancora deciso, tutto è ancora possibile. La Serie Bkt 2018/2019 sta per giungere ai titoli di coda in attesa di sabato 11 maggio, giornata che decreterà un verdetto dietro l’altro. Dopo la promozione del Brescia in A, freme il Lecce che scalda i motori per l’ultima sfida con lo Spezia. Al Via del Mare tutto pronto per festeggiare la promozione in massima serie. Intanto, lo scorso weekend Carpi e Padova, hanno salutato i cadetti. Scotta invece, l’ultimo posto per la retrocessione diretta.

Il Foggia, reduce da due vittorie di fila, ha scavalcato la terzultima posizione, portandosi a +2 dal Venezia e attualmente disputerebbe i playout col Livorno. Occhio alla Salernitana (38 punti, 1 in più dei satanelli) reduce da due sconfitte di fila e dopo l’esonero di Gregucci è attesa all’Adriatico di Pescara, squadra nella griglia playoff.

Quel che è certo è che conteranno le motivazioni: i rossoneri di Grassadonia ieri ci hanno creduto fino alla fine in una gara tiratissima allo Zaccheria contro un ottimo Perugia. Sabato, i dauni, saranno di scena al Bentegodi di Verona, formazione reduce anch’essa da due sconfitte e con un nuovo tecnico alla guida: via Grosso per Aglietti. Una bella gatta da pelare per i rossoneri, i veronesi sono in piena lotta per agganciare il treno della post-season.

Le altre gare. Oltre Pescara-Salernitana, bisognerà buttare l’occhio su Padova-Livorno. In caso di pareggio o sconfitta di Salernitana e Livorno, i rossoneri potrebbero salvarsi direttamente ma solo conquistando i tre punti in Veneto. Il Venezia, invece, se la vedrà col Carpi. In caso di vittoria della squadra di Cosmi e pareggio degli uomini di Grassadonia (che raggiungerebbero anche loro quota 38) basterebbe la sconfitta della Salernitana per andare agli spareggi. Se i rossoneri dovessero tornare a mani vuote dal Bentegodi, per accedere ai playout dovranno confidare nella sconfitta o nel pareggio del Venezia. La retrocessione diretta arriverebbe in caso di sconfitta o pareggio del Foggia e vittoria del Venezia e pareggio o vittoria della Salernitana.

E in attesa dei calcoli, il club rossonero attende la sentenza del Coni che dovrebbe arrivare a giorni. Quel punticino restituito (su 6 di penalizzione) potrebbe davvero fare la differenza.



In questo articolo: