Cittadini e volontari ripuliscono area verde di San Severo, così rinasce Parco Baden Powell

È questo il “frutto del raccolto” degli attivisti di “Fridays For Future” in azione domenica 14 aprile

Undici sacchi di plastica e alluminio, un sacco di vetro, dieci sacchi di indifferenziato, un lavandino, uno specchio e alcune cassette di legno per la frutta. È questo il “frutto del raccolto” dei volontari Fridays For Future San Severo che domenica 14 aprile hanno ripulito Parco Baden Powell a San Severo.

BADEN POWELL, IL PARCO DIMENTICATO

Parco Baden Powell è un’area verde di circa 3,5 ettari situato nella periferia sanseverese. Perennemente in stato di abbandono, vittima di atti vandalici, contenitore di immondizia, totalmente privo di servizi minimi essenziali: ecco come si presenta il secondo polmone verde della città. I volontari di Fridays For Future San Severo, per denunciare lo scempio perpetrato ai danni del parco, hanno deciso di dare vita a una trash challenge, ovvero, una pulizia fatta dai cittadini e poi comunicata attraverso i profili social Facebook e Instagram.

CITTADINI ATTIVI VS CITTADINI PASSIVI

Assieme ai giovani volontari del Comitato Croce Rossa Italiana San Severo-Torremaggiore e a tanti  cittadini, Fridays For Future San Severo ha voluto dimostrare che la cittadinanza attiva è un forte strumento di pressione oltreché di azione per risolvere problemi. “Alcuni giorni prima della trash challenge, nel parco è stata tagliata l’erba – racconta Giorgio Ventricelli, strike organizer di Fridays For Future San Severo, che continua – non sappiamo se la cosa fosse stata già programmata da tempo o se qualcuno ha deciso di mettere una pezza per non fare una brutta figura a chi di competenza, è pacifico però che nel parco l’immondizia regna sovrana: non solo abbiamo raccolto dal suolo di tutto, abbiamo anche provveduto a ripulire i cestini per la raccolta dei rifiuti, strapieni di ogni genere di cosa”.

LA POLITICA DEVE FARE IL SUO DOVERE: AMMINISTRARE PER I CITTADINI

Quella dei volontari di Fridays For Future San Severo è stata un’azione dimostrativa necessaria per evidenziare un problema importante che attanaglia la cittadinanza. “Non vogliamo sostituirci alla tecnostruttura comunale e alla politica, anzi a loro chiediamo di amministrare bene per conto dei cittadini, che già pagano una tassa salata per il servizio di raccolta rifiuti – dice Giorgio Ventricelli, che aggiunge – Parco Baden Powell deve entrare nell’agenda politica locale: l’area non è mai stata ultimata, mancano i servizi igienici, i vandali hanno distrutto i giochi per i bambini, bisogna piantare più alberi, non ci sono fontanelle per l’acqua, manca un’area di sgambettamento per i cani”.

FRIDAYS FOR FUTURE, LA POLITICA DAL BASSO PER SALVARE IL PIANETA

Fridays For Future svolge un’azione politica esercitando pressione dal basso verso i leader, affinché mettano finalmente il cambiamento climatico al centro della loro agenda e agiscano, con urgenza, per contenere le emissioni e l’aumento di temperatura globale. È però apartitico, nel senso che non porta rivendicazioni specifiche di un partito, bensì di una base sociale variegata e inclusiva.