Gino Lisa, scintille Landella-Cavaliere. Il sindaco a Emiliano: “Lo avete nominato voi, ha monopolizzato appalti”. La replica: “Sciocchezze”

Se sono questi i toni dell’avvio della campagna elettorale, si preannuncia uno scontro infuocato nelle prossime settimane

Scintille tra il sindaco di Foggia, Franco Landella, e il governatore Michele Emiliano nel giorno della posa della prima pietra per i lavori di allungamento della pista dell’Aeroporto “Gino Lisa”. Tutto è partito da una “dimenticanza” del governatore che, durante la conferenza stampa ha ringraziato l’ingerner Pippo Cavaliere (candidato sindaco e progettista dell’opera), ma non Antonio Bruno, tecnico storico dello scalo foggiano venuto a mancare recentemente. Emiliano aveva provato a rasserenare gli animi dicendo di aver cercato di “garantire la par condicio” per via dell’elogio fatto al primo cittadino qualche attimo prima.  “Cavaliere lo avete nominato voi”, ha sottolineato Landella al presidente della Regione Puglia.

Le scintille non sono finite lì. Poco dopo la cerimonia di posa della prima pietra, i due candidati alle prossime amministrative, si sono beccati di nuovo. Il sindaco ha sottolineato la presenza di Cavaliere in molti appalti: “Hai monopolizzato gli appalti pubblici in questa città”. L’ingegnere ha replicato sostenendo che si tratta di “sciocchezze”. In ogni caso, se sono questi i toni dell’avvio della campagna elettorale, si preannuncia uno scontro infuocato nelle prossime settimane. (foto A.Caruso)