Il premier Conte brinda al padiglione Puglia del Vinitaly. “Occasione importante per ribadire nostre questioni agricole”

Il presidente del Consiglio in visita alla fiera veronese. Di Gioia: “Certo che farà sentire il suo peso nell’iter di conversione del decreto sulle emergenze del settore”

“Un bilancio positivo per la prima giornata della Puglia al Vinitaly: grande affluenza di pubblico sin dalle prime ore della giornata e in occasione degli eventi degustativi e promozionali che si sono svolti nello spazio istituzionale. Abbiamo avuto l’onore di ricevere la visita del presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte nel nostro  padiglione 11. È stata l’occasione per ribadire quali sono le tematiche agricole che ci stanno a cuore, certi che già nei prossimi giorni farà sentire il suo peso nell’iter di conversione del decreto sulle emergenze agricole, fondamentale per tutto il nostro sistema agricolo”. Così l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Leonardo Di Gioia, commentando la presenza della Regione Puglia per la prima giornata della 53esima edizione del Vinitaly.

“La Puglia – tiene a precisare Di Gioia – vanta una qualità straordinaria vitivinicola certificata e tracciata e, in particolare  per quest’anno, anche numeri da primati: la vendemmia 2018, infatti, è stata tra le migliori a livello nazionale. Etichettiamo oramai la maggior parte del nostro prodotto garantendo tutti quei passaggi  che il consumatore ritiene essenziale per un consumo consapevole e di qualità. Come Regione Puglia sosteniamo con forza la presenza delle nostre imprese e attività che possano al meglio valorizzare il comparto: raccontiamo  le caratteristiche, i territori, facciamo del nostro meglio perché la Puglia possa essere realmente una  grande terra attrattiva di agricoltura, cultura e turismo”.

“La nostra regione – conclude – è una terra di turismo e accoglienza e tramite i propri prodotti offre un valore aggiunto straordinario, che in questi giorni fieristici a Verona, anche attraverso showcooking e degustazioni vogliamo rappresentare al meglio. Sono contento che ci siano centinaia di persone che di ora in ora affollano i corridoi e gli stand e che ci sia anche attenzione mediatica, che ci consente di proiettarci verso una dinamica nazionale e sovranazionale”



In questo articolo: