Telecamere nascoste, droni e pedinamenti: così sono stati incastrati i narcotrafficanti del Gargano

Il video dell’Arma dei Carabinieri sull’operazione Grecale messa a segno insieme alla Procura di Foggia tra Vieste e Peschici. Sette gli arresti, numerosi chili di stupefacenti sequestrati

Duro colpo alla criminalità garganica, 7 persone nel mirino dell’operazione “Grecale” messa in atto dai carabinieri e dalla procura di Foggia. In manette Christian Di Milo, 32 anni, Domenico Pio Di Milo, 44 anni, Giovanni Surano, 35 anni (tutti in carcere anche se Surano, per motivi di salute, è stato condotto ai domiciliari), Alessio Biscotti, 31 anni, Matteo Di Milo, 66 anni, Fausto Mastromatteo, 38 anni e Pasquale Mastromatteo, 43 anni (questi ultimi quattro ai domiciliari).

Nel video fornito dall’Arma dei Carabinieri sono mostrati alcuni momenti dell’attività di indagine che ha consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza a carico dei fratelli Christian e Domenico Pio Di Milo, per spaccio di cocaina, hashish e marijuana nella città di Peschici, nonché di Surano, soggetto vicino al noto gruppo criminale di Marco Raduano. 

Grazie anche a telecamere nascoste, i militari hanno incastrato la banda e sequestrato circa 1,1 kg. di cocaina, 9,2 kg. circa di hashish e 20 di marijuana, per un valore complessivo di circa 240.000 euro. L’attività tecnica ha poi permesso di “cristallizzare” numerosi episodi di spaccio, per un giro d’affari stimato in circa 100.000 euro mensili.

Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/immediatonet