Addio a Pinuccio Brindisi, foggiano doc e noto dirigente scolastico. “Grande il suo impegno per una città attiva e partecipativa”

È stato anche uno dei soci fondatori di Capitanata Futura, l’associazione attiva dal 2007 con attività seminariali, presentazioni di libri, proposte culturali e progetti tesi alla partecipazione civica

Una persona perbene, da sempre impegnato sui diritti civili, nonché sulla vivibilità degli spazi urbani. Mancherà a molti Giuseppe Brindisi, scomparso a Foggia all’età di 71 anni. Foggiano doc, tra le tante attività è stato anche uno dei soci fondatori di Capitanata Futura, l’associazione attiva nella provincia di Foggia dal 2007 con attività seminariali, presentazioni di libri, proposte culturali e progetti tesi alla partecipazione civica.

E proprio di questi temi “Pinuccio”, come veniva chiamato Giuseppe Brindisi dai tanti che lo conoscevano, si è occupato da sempre, anche durante la sua attività scolastica che lo ha visto indimenticato docente nella scuola media del quartiere Candelaro e successivamente nel ruolo di Dirigente scolastico.

“Salutiamo un compagno di viaggio e di tante iniziative promosse con Capitanata Futura – afferma Tiziana Zappatore, presidente dell’associazione -. Una persona stimata da tutti, in primis da chi ha avuto modo di apprezzare il suo impegno per una Foggia attiva e partecipativa”.

Brindisi ha avuto modo anche di conoscere e sostenere sin dalla nascita il progetto Parcocittà, condividendone la mission e le attività più importanti. A lui va anche il pensiero commosso di tutti gli operatori del Centro Polivalente, oggi in grado di “camminare” con le sue gambe grazie anche all’impegno di uomini come “Pinuccio”.



In questo articolo: