Salvini sul blitz a Borgo Mezzanone. “Ruspa e sgombero, come promesso. Dalle parole ai fatti”

Il ministro dell’Interno subito dopo le operazioni di questa mattina nella baraccopoli in provincia di Foggia

Non si è fatto attendere il commento social del ministro dell’Interno, Matteo Salvini dopo il blitz di questa mattina nella “pista” di Borgo Mezzanone. “Ruspa e sgombero, come promesso”. Poi l’hashtag “dalle parole ai fatti”. L’insediamento abusivo in provincia di Foggia è finito più volte al centro delle cronache nazionali. Liti, criminalità, caporalato, spaccio e schiave del sesso. A comandare sono le mafie locali e quella nigeriana, senza dimenticare i numerosi casi di violenza.

Oggi i mezzi del 11esimo Reggimento Genio Guastatori sono arrivati nel campo per abbattere alcune palazzine abusive destinate ad attività illegali come raccontato stamattina da l’Immediato. I militari sono intervenuti supportati da personale di Enel, Arpa Puglia e Regione Puglia (in totale 200 persone).

Il commento di Luigi Miranda

“Lo sgombero del CARA di Borgo Mezzanone promesso dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini è iniziato”. Così il Presidente del Consiglio Comunale, e candidato sindaco della Lega, Luigi Miranda. “Quel centro è diventato negli anni luogo  di criminalità, spaccio, prostituzione. La sicurezza interna ed esterna al Cara, nelle strade del Borgo fino a Foggia, è un drammatico problema non più sostenibile. Gli extracomunitari più brutali hanno reso difficile la vita agli extracomunitari più tranquilli e operosi, ed hanno minato il senso di sicurezza dei cittadini italiani. Adesso basta! Ringrazio di cuore il Ministro che non ha avuto esitazioni ad accogliere una richiesta esplicita della Lega provinciale di Foggia, che ha collocato il CARA tra le emergenze del territorio da affrontare e risolvere con urgenza. La demolizione dei manufatti abusivi – continua Miranda – è il primo intervento verso la chiusura completa di un centro che ha rappresentato da sempre un problema di ordine e sicurezza per l’intero territorio provinciale a cominciare dal capoluogo. Grazie Salvini – ha concluso Miranda –  la tua battaglia per la legalità e la sicurezza è la nostra battaglia”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come