Accordo storico, ecco il patto tra Princes di Foggia e Regno Unito per esportare il nostro pomodoro

Obiettivo è creare le condizioni per una maggiore competitività della filiera, fondata sul riconoscimento della qualità del prodotto e dell’impegno per condizioni eque e dignitose del lavoro nei campi

Grande novità per la Princes di Foggia. Ecco l’accordo con la Gran Bretagna per l’esportazione del pomodoro. Con la Brexit, infatti, arriva il primo patto per valorizzare le relazioni commerciali tra l’Italia e la Gran Bretagna che rappresenta una destinazione privilegiata per la produzione agroalimentare italiana. Obiettivo dell’accordo è creare le condizioni per una maggiore competitività della filiera del pomodoro italiano, fondata sul riconoscimento della qualità del prodotto e dell’impegno per condizioni eque e dignitose del lavoro nei campi.

Il Regno Unito condivide con il nostro Paese il valore della propria esperienza storica nel contrasto a forme di caporalato e promuove una cultura della legalità in una filiera determinante per l’export dell’Italian food.

L’appuntamento è per martedì 12 febbraio alle ore 15,00 in Via XXIV Maggio 43 a Roma per la firma di uno storico accordo tra Coldiretti e Princes, il gruppo che controlla il più grande stabilimento per la trasformazione del pomodoro in Europa, a Foggia.

Parteciperanno Jill Morris, Ambasciatrice del Regno Unito in Italia, Paolo De Castro, Primo Vicepresidente Commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento Europeo, Ettore Prandini, Presidente Coldiretti e Gianmarco Laviola, Amministratore Delegato Princes Industrie Alimentari.



In questo articolo: