Mancuso (dal dischetto) risponde a Deli, è 1-1 tra Foggia e Pescara

Non va oltre il pareggio la sentitissima sfida tra pugliesi e abruzzesi. I ragazzi di Padalino salgono a 20 punti in classifica

Finisce in pareggio la sfida tra Foggia e Pescara. Gol di Deli nel primo tempo, rigore di Mancuso nella ripresa. Buona la prestazione dei rossoneri ma la vittoria non arriva. I ragazzi di Padalino salgono così a 20 punti in classifica.

La cronaca

Mister Padalino manda in campo Leali tra i pali; Loiacono, Billong, Martinelli, Ranieri in difesa; Busellato, Greco, Deli, Kragl in mezzo al campo; Iemmello, Galano in attacco. Partita subito ad alti ritmi quella tra le due storiche rivali.

Allo Zaccheria ospiti padroni del campo nei primi minuti di gioco, mentre i satanelli provano a farsi vedere solo con qualche ripartenza. Poco dopo uno-due tra Deli e Iemmello, il Re si invola verso la porta ma Fiorello intuisce tutto e blocca a terra. Inizia a soffrire il Pescara. Bell’azione di Kragl che dalla sinistra crossa al centro per Deli, il romano spedisce col destro di poco a lato. Si fa sentire lo Zac. I delfini provano ad affacciarsi dalle parti di Leali: Mancuso inventa per Monachello che calcia da posizione molto angolata, la sfera scorre lungo la linea di porta, brividi per i rossoneri. Padroni di casa vicinissimi al vantaggio intorno alla mezz’ora. Busellato appoggia per Loiacono che calcia potente e sfiora di poco il gol. Marras e Mancuso infastidiscono la difesa rossonera che, specie con Billong, si fa trovare sempre sull’attenti. Rasoterra di Galano al 35′, l’attaccante foggiano sbaglia per poco! Altro boato tra il pubblico dello Zaccheria. Nel finale Deli riceve da Kragl. Il numero dieci parte da sinistra, si accentra e calcia a giro nell’angolino, 1 a 0! Il trequartista torna al gol dopo un lungo periodo di digiuno. Termina la prima frazione di gioco, squadre negli spogliatoi.

In avvio di ripresa, i rossoneri tornano in campo con maggior sicurezza. In affanno la squadra di Pillon (reduce dal k.o. contro il Brescia per 5 a 1). Palo di Iemmello al 4’: l’ex Benevento stampa sul legno col destro. Poco dopo l’azione si ripete con gli ospiti: Memushaj col sinistro da fuori area avverte Leali, ma anche qui la sfera sfiora il bersaglio. Squillo del Foggia! Iemmello a tu per tu con Fiorillo che ancora una volta anticipa il Re. Che occasione. Al 65’ rigore per il Pescara! Billong atterra Mancuso e si prende il giallo. Dal dischetto l’attaccante batte Leali, 1 a 1. Ammonito Ranieri per protesta. Primo cambio negli ospiti, entra Crecco, esce Melegoni. Giro palla del Foggia, il muro degli abruzzesi dice no in più occasioni. Padalino si gioca le carte Mazzeo e Agnelli, al posto di Deli e Greco. Nel Pescara dentro Bruno e Del Sole per Marras e Monachello. Giallo per Busellato per una trattenuta su Brugman. Nel finale entra anche Matarese al posto di Galano.
Il Foggia dopo aver dominato il match, non si accontenta del pari e tenta fino alla fine di strappare i tre punti ma senza riuscirci. Secondo pareggio di fila per la squadra di Padalino che sale a 20 punti.



In questo articolo: