Assalto a portavalori, bottino da 2,3 milioni di euro. Denaro era destinato a pensioni

Il commando era composto da almeno quattro persone, mascherate e armate con fucili mitragliatori

Era partito dalla sede Ivri di Bari ed era diretto a Matera per rifornire gli uffici postali del denaro necessario a pagare le pensioni, il portavalori assaltato questa mattina attorno alle 7.30 lungo la statale 96, in agro di Mellitto, nel Barese. Il bottino ammonterebbe a 2,3 milioni di euro destinati agli uffici postali per il pagamento delle pensioni.

Uno dei mezzi usati per compiere una rapina ad un furgone portavalori dell’Ivri che stava percorrendo la statale 96, nei pressi di Mellitto nel Barese, 2 gennaio 2019.
ANSA/ ANNAMARIA LOCONSOLE

Il commando era composto da almeno quattro persone, mascherate e armate con fucili mitragliatori. I rapinatori, che hanno dato alle fiamme due mezzi pesanti lungo la strada per bloccare la carreggiata e proteggersi la fuga, hanno usato le ruspe per sfondare il blindato al cui interno erano in servizio tre guardie giurate. Nessuna di loro è rimasta ferita.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

(ANSA)



In questo articolo: