Torremaggiore, gli eletti mandano a casa l’amministrazione Monteleone dal notaio

Il sindaco non è riuscito ad allargare la sua maggioranza

L’amministrazione di Torremaggiore retta dal sindaco Lino Monteleone è caduta stasera miseramente. La maggioranza dei consiglieri si è dimessa davanti al notaio depositando le firme.

Finisce così l’avventura del civico, inviso a pezzi di centrodestra e Lega. Seguiranno aggiornamenti.

In 9 consiglieri hanno firmato le dimissioni. Il documento originale sottoscritto in modo congiunto alla presenza del notaio è stato inviato tramite PEC alla segreteria generale del Comune di Torremaggiore ed al Prefetto. Decisive le scelte del presidente del consiglio Massima Manzelli e del consigliere Emilio Croce



In questo articolo: